Il Panettone Foresta di Gay-Odin Il fiore all’occhiello della storica Fabbrica di Cioccolato partenopea diventa fine pasto delle feste

0
702

Nella Fabbrica del Cioccolato Gay-Odin si respira aria di festa. Nel laboratorio della storica azienda partenopea, al civico 12 di vico Vetriera a due passi dalle vie dello shopping natalizio, esperti maestri cioccolatieri lavorano ad arte le fave di cacao più puro per impreziosire i lievitati delle feste. Fiore all’occhiello della produzione stagionale è il Panettone Foresta nato dal perfetto connubio di tradizione pasticcera e artigianalità partenopea: l’impasto Offella, nato dall’incrocio tra un panettone e un pandoro classico a lievitazione naturale, è infatti esaltato dalle note calde e avvolgenti della Foresta, prodotto iconico e brevetto Gay-Odin dal 1920.

Dentro una texture morbida e umida al punto giusto, fuori delicati rami di fine cioccolato a latte o fondente, frutto di una lavorazione che coniuga bontà e leggerezza e che non ha eguali al mondo. Il Panettone Foresta è un prodotto elegante, dalla consistenza friabile che si scioglie al palato avvolgendo bocca e spirito. Il segreto dell’aroma inconfondibile del cioccolato foresta risiede nella tostatura “gentile” del cacao – il criollo varietà rara e particolarmente aromatica e quello di provenienza centro americana – importato crudo e lavorato a legna, a basse temperature, per mantenere inalterate le proprietà organolettiche delle singole fave. Una volta tostate e ridotte in fine granella le fave assumono la consistenza di una morbida pasta di cacao pronta per essere stesa in sottili sfoglie. Ma è la fase finale della lavorazione che conferisce alla Foresta la sua forma tipica: mani esperte infatti realizzano vaporose pieghe di cioccolato che, strette tra loro, richiamano alla memoria i rami intrecciati di un albero. Un fine pasto di grande impatto visivo, perfetto per portare in tavola un tocco di raffinata eleganza e intramontabile dolcezza.

La selezione di lievitati Gay-Odin comprende anche altre specialità natalizie a base di cioccolato foresta come: il pandoro Foresta e il panettone farcito con gocce di Foresta a cui si aggiungono il pandoro e il panettone ricoperti di cioccolato fondente. E per chi ricerca un regalo speciale Gay-Odin offre la possibilità di comporre strenne natalizie personalizzabili con specialità artigianali che accontentano ogni palato: eleganti cesti da riempire con una selezione di oltre 40 nudi artigianali –  Imperiali, Chocorhum, Cozze, Africanelle, Navette, Chicci di caffè, Preferiti, Trifogli, Cico Cico, Tazzine di caffè, Cremini, Cassatine e Scorzette all’arancia – tavolette di cioccolata aromatizzate, le celebri noci e ghiande “cioccolatini” con guscio di wafer farciti con crema gianduia e ancora liquori al cioccolato e le deliziose creme spalmabili della casa. Prodotti golosi, frutto di antiche ricette, ideali anche per riempire la Calza della Befana con un carico di prelibatezze al cioccolato che fanno la felicità dei più piccoli. Tutte le specialità Gay-Odin possono essere ordinate e spedite in tutto il mondo attraverso il sito gay-odin.it

La fabbrica del cioccolato Gay-Odin: storia di un successo imprenditoriale dal 1894 ad oggi

Quella di Gay-Odin è la storia di un amore, di una famiglia e di una grande passione per il cioccolato. Tutto ha inizio a fine ‘800 quando Isidoro Odin, giovane piemontese di Alba, decide di trasferirsi a Napoli per realizzare un sogno: aprire un’attività tutta sua imparando dallo zio Francesco che sotto i portici di Piazza del Plebiscito ha una piccola cioccolateria. Il cioccolato lo strega, apre un piccolo laboratorio artigianale e sposa la piemontese Onorina Gay, figlia di un cioccolataio, dalla cui unione, nel 1894, nasce il marchio Gay-Odin. È proprio in questi anni che Odin perfeziona le tecniche di lavorazione del cioccolato tostato lentamente a legna, a basse temperature, per mantenere inalterate le proprietà organolettiche del cacao. La svolta arriva nel 1922 quando in via Vetriera, nell’elegante quartiere Chiaia, Isidoro e Onorina inaugurano la Fabbrica di cioccolato Gay-Odin e il marchio che ancora oggi campeggia sui prodotti: di stile fleury e colore blu di Prussia.

Qualità, ricerca e creatività diventano le linee guida della fabbrica. Ogni cioccolatino nasce dalla perfetta combinazione delle migliori materie prime in commercio, a cominciare proprio dal cacao: il criollo, varietà rara e particolarmente aromatica, e fave di provenienza centro americana lavorate ad arte per diventare nudi 100% naturali e dal gusto autentico. La domanda  aumenta e la produzione si infittisce di prelibatezze – Noci, Ghiande, Gianduiotti, Imperiali, Amori, Chicci di caffè, Africanelle –  ciascuna frutto delle sperimentazioni e delle ricette segrete di Isidoro. Ma è la Foresta il vero fiore all’occhiello e prodotto leggendario dell’azienda: delicati rami di fine cioccolato al latte o fondente assemblati e tagliati a tocchetti, frutto di una lavorazione speciale che coniuga bontà e leggerezza e che tutt’oggi non ha eguali al mondo.

La seconda guerra mondiale rallenta ma non impedisce la crescita dell’azienda che nel dopo guerra, Isidoro trasferisce a Giulio Castaldimantenendo la direzione fino alla sua scomparsa nel 1962 all’età di 93 anni. Castaldi a sua volta, trasferirà i segreti del cioccolato al nipote Giuseppe Maglietta che all’inizio degli anni Ottanta prende le redini della fabbrica insieme a sua moglie Marisa e ai figli Davide, Sveva, Dimitri e il genero Massimo Schisa.

 

Ancora oggi la Gay-Odin è un’azienda orgogliosamente a conduzione familiare. La Fabbrica, nel palazzo Liberty di via Vetriera, e dal 1993 Monumento nazionale, è in piena attività: il metodo di lavorazione rimane ancorato alla tradizione, le mani prevalgono sulle macchine e i processi  produttivi sono ancora artigianali. Nessuna scorciatoia è concessa in laboratorio, banditi conservanti e coloranti, gli unici ingredienti impiegati dagli artigiani del cioccolato Gay-Odin sono materie prime italiane ed eccellenze del territorio: dalle mandorle pugliesi alle nocciole di Giffoni, dalle noci di Sorrento alle scorzette d’arancia a Km 0 provenienti dal giardino che circonda la fabbrica, impiegate per realizzare ricette senza tempo che hanno deliziato intere generazioni di golosi.

 

Ma il vero merito della famiglia Maglietta è quello di aver fatto di Gay-Odin un’icona di eccellenza napoletana in tutta Italia, un brand al passo con i tempi, capace di rispondere  ad un mercato sempre più dinamico e in continuo cambiamento: nel 2001 viene inaugurato a Roma, in via Stoppani ai Parioli, il primo store della capitale. Nel 2003 nasce la prima linea fredda. Il gelato Gay Odin è un’ode al cioccolato e ai gusti di una volta. Coni e coppette si riempiono di creme al gusto Foresta, Cremino e Ghianda oltre ad una varietà di gelati al cioccolato aromatizzati con essenze di cannella, zenzero, peperoncino, caffè e rhum. Nel 2008, lo storico marchio viene lanciato a Milano dove, in via San Giovanni sul Muro nel pressi del centralissimo Corso Magenta, nasce il primo store della città dove gustare le tante varietà di cioccolato della casa. È proprio in questa occasione che viene presentato il Ciocco-cuoppo il primo street food firmato Gay-Odin: un cartoccio di cioccolatini nudi o di noci e ghiande pensato per essere gustato a passeggio. Oggi la nuova sfida della famiglia Maglietta risiede nell’e-commerce: le eccellenze artigianali di Gay-Odin si affacciano per la prima volta alla vendita online per offrire ai clienti di tutta Italia la possibilità di ordinare e ricevere comodamente a casa le specialità dell’antica Fabbrica di cioccolato di Napoli.

 

La produzione aziendale si divide in tre linee:

 

NUDI E ALTRI CIOCCOLATI

I cioccolatini nudi sono un’eccellenza Gay Odin, realizzati ancora oggi secondo antiche ricette segrete. Una prelibatezza senza uguali proposta in oltre 40 varianti: Gli Imperiali, i Chocorhum e le Cozze ripiene di maraschino; le Africanelle perline di cacao e panna con nocciole; le Navette, i Chicci di caffè, i Preferiti, i Trifogli e i Cico Cico piccoli tartufi ricoperti di cacao in polvere. Ma l’assortimento comprende anche Tazzine di caffè al cioccolato, Cremini, Cassatine di pasta bianca rifinite con canditi e Scorzette all’arancia ricoperte di cacao. E ancora Le creme spalmabili disponibili nei gusti Nocciutella, Oro Verde, Ghiandella e Godinella; le intramontabili Tavolette di cioccolato realizzate in 12 varianti: al peperoncino, al latte, al pistacchio, alla cannella, all’uvetta, al caffè, tavolette nocciolate e con fave di cacao; E per finire i confetti artigianali, tenere perline che racchiudono una mandorla sapientemente tostata e rivestita di cioccolato bianco o fondente.

 

PRODOTTI ICONICI

Tanti i prodotti iconici che hanno caratterizzato la storia dell’azienda. Primo fra tutti la Foresta, fiore all’occhiello della produzione, tocchetti di cioccolato realizzati con delicati rami di cacao al latte o fondente; non da meno il Vesuvio, un omaggio alla città di Napoli e una vera e propria opera d’arte gastronomica nata dalla lavorazione di cioccolato e crema gianduia; le Ghiande e le Noci “cioccolatini” con guscio di wafer ripieni di crema gianduia e i Wafer deliziose cialde ripiene di cacao; A completare l’offerta i classici Coni in cialda da passeggio riempiti nei gusti: cioccolato al latte e nocciole, gianduia delle ghiande e il classico “coppetiello” al rhum.

 

I GELATI

Recente novità è la linea fredda, creme fredde da gustare in cono o coppetta che prendono ispirazione dai celebri cioccolatini Gay Odin: tante le proposte tra cui poter scegliere come il gelato al gusto Ghianda, Foresta, Pistacchio siciliano, pasta di mandorle di Avola, caramello e mandorle a cui vanno ad affiancarsi tutte le declinazioni al cioccolato Gay Odin impreziosite da spezie come zenzero, peperoncino, caffè, rhum e cannella.

Antica Fabbrica di Cioccolato, Via Vetriera, 12 – 80100, Napoli

Punti vendita a Napoli, Milano e Roma

gay-odin.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here