Quello dell’Intelligenza Artificiale è un settore in crescita: il mercato dell’AI è stato valutato, globalmente, 50 miliardi di dollari nel 2020 e si prevede che raggiungerà 640 miliardi entro il 2028[1]. A guidare sono big data, servizi basati su cloud e la crescente domanda di assistenti virtuali. In Italia il valore raggiunto nel 2021 dall’AI è di 380 milioni di euro, un balzo in avanti del +27% rispetto allo scorso anno[2]; eppure il mercato italiano è ancora poco sviluppato rispetto al resto del mondo e necessita di una strategia che, gradualmente, riduca questo gap. È dunque importante sviluppare sinergie tra le imprese del settore, per rafforzare le capacità innovative e competitive delle singole aziende e del sistema AI Italiano in modo da ampliare l’offerta, potenziare le iniziative di marketing, sviluppare la formazione dei dipendenti e accedere a maggiori finanziamenti e contributi.

Fermamente convinta della necessità di unire le forze per creare il polo italiano dell’Intelligenza Artificiale e affrontare al meglio il mercato internazionale è Vedrai, il gruppo nato nel 2020 che sviluppa soluzioni basate su AI per supportare il processo decisionale delle piccole e medie imprese. Il Gruppo Vedrai presenterà la sua tecnologia alla prima edizione del WAICF – World AI Cannes Festival, il principale evento in Europa dedicato alle realtà che si occupano di Intelligenza Artificiale, in programma dal 14 al 16 aprile 2022 al Palais des Festivals e Congrès, all’interno del Padiglione Italia capitanato da Assintel, l’associazione nazionale di riferimento delle imprese ICT e Digitali di Confcommercio – Imprese per l’Italia. Per il gruppo Vedrai, guidato dall’imprenditore 26enne Michele Grazioli, partecipare al World AI Cannes Festival è un’opportunità per mostrare conoscenze,  know-how, e per fare rete con i principali attori e decisori del mercato, realtà internazionali nel settore dell’AI. Insieme alle proprie soluzioni di Intelligenza Artificiale, Vedrai porta al WAICF un racconto della propria esperienza da operatore del settore: grazie alla sua tecnologia, infatti, Vedrai ha conquistato in meno di due anni l’attenzione di numerose aziende, con un organico passato da 3 a oltre 70 dipendenti con età media di 28 anni, e una valutazione della società a 50 milioni di euro.

Le soluzioni di Intelligenza Artificiale di Vedrai supportano manager e imprenditori a prendere decisioni in modo più consapevole, riducendo il costo di scelte sbagliate. Dall’utilizzo di questa tecnologia, le piccole e medie imprese di vari settori – manifatturiero, retail, alimentare, turismo e horeca – ottengono un vantaggio competitivo che consente loro di garantire continuità al business,  rafforzarsi sul mercato e acquisire consapevolezza, per reagire con successo alle fluttuazioni globali ed affrontare i cambiamenti di domani.

Per ogni funzione del processo decisionale, Vedrai mette a disposizione uno specifico Agente Virtuale che monitora milioni di dati interni (dati di produzione, gestionali, contabilità) e variabili esterne (variabili macroeconomiche, meteo, trend di ricerca) per calcolare l’impatto futuro di ogni decisione aziendale. Una delle soluzioni core è James™ agente virtuale che supporta il CEO fornendo una panoramica complessiva dell’andamento aziendale e simulando diversi scenari di allocazione di budget per osservare i risultati futuri a parità di condizioni. L’agente virtuale Frank™, invece,  monitora i trend di mercato e prevede la curva di domanda dei diversi prodotti anche in funzione di variabili come il prezzo. Per monitorare e prevedere le fluttuazioni dei prezzi delle materie prime, per determinare la quantità ottimale delle scorte da tenere in magazzino, c’è Becky™. Punto di partenza di Vedrai sono i dati, ma la forza delle soluzioni proposte dal gruppo sta nella capacità di trasformare la complessità degli stessi in informazioni strategiche facilmente leggibili dalle aziende.

 

Vedrai partecipa al World AI Cannes Festival insieme a Premoneo, PMI innovativa parte del gruppo Vedrai, specializzata in soluzioni di pricing, forecasting e segmentazione, con grande esperienza nel mondo del travel e del ticketing, con clienti in diversi mercati, tra cui retail, banking, insurance, trasporti e logistica. Il gruppo Vedrai ha acquisito Premoneo con l’obiettivo di posizionarsi come leader nel settore dell’Intelligenza Artificiale, a livello non solo italiano ma anche europeo. Sul palco del WAICF, Premoneo illustrerà come le Reti Neurali Artificiali, tra le più sofisticate tecnologie di Intelligenza Artificiale, possano essere utilizzate per ottimizzare le attività previsionali e di pricing, con un significativo impatto sulle performance commerciali.

“Siamo più che felici di partecipare al World Artificial Intelligence Festival di Cannes per presentare Vedrai come una delle startup più promettenti nell’ecosistema italiano nel campo dell’Intelligenza Artificiale”, commenta Simone Grimaldi, Sales Manager di Vedrai. “In Italia l’Intelligenza Artificiale è in una fase iniziale, quindi non vediamo l’ora di incontrare aziende, provenienti da tutto il mondo, da cui possiamo assorbire conoscenze al fine di migliorare le nostre soluzioni per i nostri clienti”.

 

“L’intelligenza artificiale sta entrando in modo sempre più preponderante nelle aziende e per questo è fondamentale creare occasioni che consentano, anche a chi non è del mestiere, di toccarne con mano applicazioni e potenzialità” dichiara Massimo Dell’Erba, CTO & co-founder di Premoneo. “In un momento così complesso, tecnologie di questo tipo possono aiutare le realtà a massimizzare il loro potenziale facendo leva sui dati ed è quello che noi e i colleghi di Vedrai stiamo cercando di fare, supportandole nell’intero processo di digitalizzazione”.