Bicocca Università del Crowdfunding: grazie al progetto “PoreUp” un doppio contributo alla sostenibilità ambientale.

82

Su Produzioni dal Basso – prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation – sono partiti da qualche settimana i quattro nuovi progetti del programma “Bicocca Università del Crowdfunding”. Tra questi c’è “PoreUp”, che punta non solo a ridurre i rifiuti attraverso il riutilizzo della plastica, ma lancia una sfida ancor più ambiziosa: ricavarne un materiale nano-poroso in grado di purificare i gas di scarico industriali dall’anidride carbonica.

Con questo progetto il team – un gruppo internazionale di giovani ricercatori, dottorandi e laureati in Scienza dei Materiali, accomunato dalla grande passione per la ricerca e la voglia di scoprire, studiare e capire come funzionano i materiali e le nuove tecnologie – punta a  riutilizzare e valorizzare plastiche di riciclo o di scarto utilizzandole come materie prime per generare materiali nano-porosi che possano poi essere utilizzati come “filtri” per la cattura di anidride carbonica. Il progetto PoreUp si prefigge degli obiettivi ambiziosi: per questo verrà stilato un programma mese per mese sulle attività che il team andrà a svolgere a partire dalla data di fine raccolta fondi. I progressi verranno documentati attraverso comunicazioni sui nostri social e dettagliati report per i sostenitori! 

PoreUp punta a raccogliere 10mila euro, somma necessaria per realizzare le varie fasi della ricerca. Al raggiungimento della metà dell’obiettivo di raccolta, scatterà il sostegno di Corepla, il consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica, partner storico del programma di crowdfunding di Milano-Bicocca, che vede in questo progetto un’interessante opportunità di valorizzazione del polistirolo espanso riciclato.

Per maggiori informazioni: https://www.produzionidalbasso.com/project/poreup-la-plastica-cattura-co2/