Allianz Powervolley, sconfitta a Trento.

0
472

Grande battaglia alla BLM Group Arena di Trento tra Itas Trentino ed Allianz Powervolley Milano. A spuntarla dopo una lotta di quasi due ore è la formazione di casa che si è imposta con il risultato di 3-1, trovando un successo importantissimo per la classifica ma soprattutto in chiave quarto posto. I 3 punti ottenuti infatti lanciano la squadra trentina a quota 39, a +6 proprio sui meneghini. Milano ci ha provato, conducendo il primo set ed avendo la possibilità di portarsi sul 2-0, ma il ritorno di fiamma dell’Itas tra le mura amiche ha cambiato le sorti del match, finito con i seguenti parziali: 19-25, 25-23, 25-22, 25-22.

Non è bastata la grande generosità degli uomini di coach Piazza per uscire indenni dalla casa dell’Itas Trentino. Con il ritorno alla formazione “classica” con Alletti e Kozamernik centrali di ruolo e Clevenot-Petric coppia di posto 4, l’Allianz Powervolley ha avuto la forza per ricucire uno strappo importante nel primo parziale. Un recupero costante, guidato da Nimir e Clevenot, che ha portato i meneghini a chiudere 25-19 il primo game. L’ingresso in campo di Kovacevic, MVP del match, tra le fila trentine al posto di uno spento Russell ha invece cambiato l’inerzia del match, con l’Itas che ha trovato maggiore sicurezza, ribaltando il secondo parziale che Milano conduceva 13-17. La sliding door della partita, con Trento che ha spinto sull’acceleratore anche nel terzo set, in cui coach Piazza ha lanciato nella mischia Izzo per Sbertoli fino al termine del match. Niente da fare per Nimir e compagni nel quarto set, che Trento ha condotto con merito anche se non è mancata la voglia di Milano di lottare su ogni pallone. Qualche errore di troppo, assieme alla qualità avversaria, ha spianato così la strada al successo di Trento che si è presa con merito l’intera posta in palio.

«È stata una partita combattuta – è il commento a fine gara di Marco Izzo –, dove ancora una volta hanno fatto la differenza dei dettagli. Abbiamo giocato un ottimo primo set, mentre nel secondo avremmo dovuto chiudere il parziale dalla nostra. Anche oggi parliamo di situazioni, episodi, che non sono tanto legati alla qualità tecnica agli avversari, quanto ad atteggiamenti che sono il polso di quanto siamo in partita. Complimenti a Trento per la vittoria: oggi sicuramente abbiamo giocato meglio rispetto alla sconfitta di Coppa Italia, ma non è bastato e dobbiamo migliorare ancora il nostro livello». Con questa sconfitta Milano rimane a quota 33 punti, mentre ora sono 6 i punti di vantaggio della formazione trentina che occupa il quarto posto sui meneghini. Il focus ora si sposta subito sulla gara di Modena: un nuovo big match per l’Allianz Powervolley per riscattarsi definitivamente e rilanciarsi in classifica.

Ripartire dal primo set e mezzo contro Trento è una sorta di sentenza per l’Allianz Powervolley. All’indomani della sconfitta contro l’Itas nello scontro diretto per il quarto posto, Milano riflette sulle dinamiche hanno portato al successo avversario dopo che la formazione meneghina aveva fatto suo il primo parziale e messo 4 punti di distacco nel secondo sul 17-13. Dal possibile 2-0, la gara è cambiata in favore dei trentini che con il 3-1 finale hanno allontanato Milano dal quarto posto, distante ora 6 punti.

Sbertoli e compagni, nel confronto contro Trento, non hanno demeritato, dimostrando ancora una volta la possibilità di poter tranquillamente competere ad altissimo livello, cedendo solo alla verve di Kovacevic che, a partita in cosa, ha cambiato le sorti della sua squadra. Dettagli, situazioni, episodi che, nell’equilibrio globale della sfida, hanno fatto la differenza. Pesantemente. «Il momento chiave è stato il secondo set analizza Nicola Pesaresi –, dove abbiamo sprecato più di qualcosa. Dovevamo provare a portare a casa noi quel parziale, poi è stata brava Trento che ha riaperto la partita con l’ingresso di Kovacevic. Ce la siamo giocata a viso aperto, mi è mancato qualcosa negli altri set.  È però quel qualcosa che ci siamo detti già da qualche settimana: dobbiamo riuscire da qui alla fine della stagione a colmare questo gap e limare i nostri errori per rimanere attaccati al treno delle prime quattro».

Non sono bastati i 26 punti di Nimir e i 16 di Clevenot (tornato a giocare in posto 4), ma la differenza non è stata tanto sul piano tecnico, quanto su quello emotivo. Trento ha messo in campo più carattere, giovando anche sulla componente ambientale giocando tra le mura casalinghe, cose sulla quale Milano è stata probabilmente più carente. Ora l’obiettivo è semplice: il primo set e mezzo parla chiaro, sarà necessario aggiungere più costanza, anche perché domenica ci sarà una nuova grande sfida contro Modena. «Si, è vero – conclude Pesaresi – . Sarà un’altra partita difficile in un palazzetto tra i più caldi d’Italia. Ci vorrà tanta energia e determinazione per provare ad ottenere la vittoria. Scenderemo in campo per questo, consapevoli delle difficoltà che richiedere una gara di questo tipo». Un’altra chance per l’Allianz Powervolley: la trasferta in terra emiliana, sulla carta, chiude i big match per Milano. La possibilità di riscatto e di riscrivere la propria storia nel girone di ritorno è ghiotta e da non lasciarsi sfuggire.

Cronaca

Primo set:

Novità in partenza per Piazza che schiera Alletti e Kozamernik al centro, con Clevenot e Petric in posto 4. Primo break Trento con la diagonale di Vettori per il 5-3. Il 7-4 arriva sul muro subito da Nimir, ma è Petric a trovare il contrattacco che vale il 7-6, ma è nuovo allungo Trento con il mani out di Cebulj (9-6). Muro Alletti su Lisinac per l’11-9, con l’attacco out di Vettori che porta Milano a -1 (12-11). Il pari arriva con il colpo spinto di Clevenot (13-13) con Lorenzetti a chiamare il suo primo time out. Vantaggio meneghino con Clevenot (13-14), con il +2 che arriva sul tocco sotto rete di Nimir (15-17). La difesa out sul primo tempo di Alletti porta l’Allianz Powervolley sul 15-18 per il secondo break di Lorenzetti. Ace di Nimir per il +4 (16-20), con Clevenot che porta Milano sul 19-24. L’attacco out di Candellaro vale il 19-25.

Secondo set:

Petric colpisce in diagonale per il 5-6, ma Trento non molla il colpo e trova il vantaggio con il muro di Cebulj su Nimir (7-6). Ace di Nimir per il 7-8, con il break di Milano che arriva sull’errore di Russell (8-10). +3 Milano con la diagonale di Nimir (10-13), con un nuovo ace di Nimir per il 13-17. Trento che si rifà sotto con Kovacevic per il 16-17 con il time out di Piazza per richiamare i suoi in panchina. Trento vola sul +1 ancora con Kovacevic che trova il 19-18, con il +2 che arriva sulla murata su Nimir (22-20). Milano trova il 23 pari con il muro di Nimir, ma è il muro di Lisinac a chiudere per il 25-23.

Terzo set:

Ace di Alletti per il 2-4, ma il 4 pari arriva con il muro di Kovacevic. Time out Piazza sull’errore di Nimir (8-6), ma è Trento a condurre e a volare sul 10-6. Milano trova l’11-10 con il muro di Izzo appena entrato per Sbertoli, ma la pipe di Cebulj tiene Trento sul +2 (14-12). Nimir trova il 14 pari in diagonale, mentre Clevenot stampa il muro del 14-15 a Vettori. Trento trova il nuovo +2 per il 18-16 con il muro su Basic, ma il 20 pari arriva sull’attacco out di Candellaro. Nuovo break Trento con Lisinac (22-20), cui segue l’ace di Cebulj per il 23-20. Kovacevic consegna 3 set ball ai padroni di casa, che chiudono 25-22 sull’errore al servizio di Izzo.

Quarto set:

Muro Milano su Vettori (1-2), con il vantaggio di Trento che arriva sul 5-4. Attacco out di Cebulj (7-8), ma due errori di Milano (uno di Clevenot ed uno di Nimir) portano Trento sul 10-8. Candellaro tiene a distanza Milano (13-11), ma Kovacevic allunga sul 14-11. Alletti in primo tempo per il 17-13, ma Trento è imprendibile e con un muro vincente vola sul 21-16. Battuta out di Okolic per il 24-19, ma l’ace di Nimir scrive il 24-21. Muro di Alletti per il 24-22, ma l’errore al servizio di Nimir chiude il match sul 25-22.

TABELLINO

ITAS TRENTINO – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: 3-1 (19-25, 25-23, 25-22, 25-22)

Itas Trentino: Russell 4, Vettori 15, Giannelli 3, Grebbenikov (L), Candellaro 11, Cebulj 13, Lisinac 11, Kovacevic 12. N.e.: Michieletto, Daldello, De Angelis (L), Codarin, Sosa. All. Lorenzetti.

Allianz Powervolley Milano: Nimir 26, Basic 2, Kozamernik 3, Izzo 1, Sbertoli 0, Alletti 7, Petric 8, Gironi 0, Okolic 0, Clevenot 16, Pesaresi (L). N.e.: Hoffer (L), Weber. All. Piazza.

NOTE

Durata set: 27’, 29’, 28’, 30’. Durata totale: 1h e 54’.

Itas Trentino: battute vincenti 2, battute sbagliate 20, muri 10, attacco 55%, 43% (23% perfette) in ricezione.

 

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 5, battute sbagliate 19, muri 7, attacco 47%, 41% (15% perfette) in ricezione.

 

Impianto: BLM Group Arena di Trento

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here