Pessina show, tris Atalanta al Napoli e finale di Coppa Italia conquistata.

0
132
Atalanta's Matteo Pessina scores the goal 3-1 during the Coppa Italia Semi-final second leg match between Atalanta BC vs Napoli at Gewiss Stadium in Bergamo, Italy, 10 February 2021. ANSA/PAOLO MAGNI
Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%

L’Atalanta vola in finale di coppa Italia. Dopo lo 0-0 della scorsa settimana allo stadio Maradona, la formazione di Gasperini ‘stende’ il Napoli 3-1, e sfiderà la Juventus il prossimo maggio.

La ‘dea’ prende subito il largo con due reti in un quarto d’ora. Ci pensano Zapata e Pessina (a referto con una doppietta) a risolverla, nonostante la riapertura di Lozano all’inizio della ripresa e l’errore di Osimhen per il possibile 2-2, a battere la squadra di Gattuso orfana di Koulibaly, Manolas e Mertens.

Il colombiano apre al decimo incrociando da una ventina di metri dopo aver ricevuto da De Roon, con palla a spegnersi nell’angolo alla destra di Ospina, mentre il centrocampista avanzato vede premiato (16′) l’inserimento in asse con Gosens e l’apripista, con un sinistro che s’insacca sbattendo sulla faccia interna del palo. Di qua non ci sono Hateboer né Maehle, col convocato dell’ultim’ora Sutalo adattato a destra e non certo dallo stesso passo di Insigne, chiamato a concludere tre volte nel solo primo tempo.

Nella ripresa Gattuso vira al 4-2-3-1 inserendo subito Politano per Elmas e Gosens (2′) stoppa il duetto con Insigne del nuovo entrato. All’8′ il messicano, passato a sinistra, ha bisogno di due tiri sottoporta per dimezzare lo score, approfittando del doppio liscio Palomino-Sutalo sull’incursione di Bakayoko per battere Gollini in tap-in. Entra Ilicic per Muriel e i bergamaschi cercano il gol della sicurezza: Gosens (12′) strozza il mancino su cross di Ilicic e Rrahmani salva su Zapata, servito dallo sloveno su errore in disimpegno di Zielinski, quindi il numero 72 alza da centro area il suggerimento del tedesco (21′) e Ospina alza due volte oltre il montante del possibile tris, su Josip da fuori (22′) e su Pessina sugli sviluppi di uno schema da fermo (24′), con Zapata (22′) a metà del guado a tuffarsi in caduta imperfettamente su azione d’angolo. Alla mezzora Gollini è provvidenziale in uscita su Osimhen, smarcato in area piccola da Demme lanciatosi a destra, poi la chiude ancora il brianzolo, al 33′, in combutta con Ilicic e con lo spondista Zapata per corserella e tocco sotto della sicurezza. (ANSA).

“Il Napoli è una squadra forte, quando attacca diventa pericoloso. La situazione migliore era fare il terzo gol, ci eravamo andati vicini due volte, perché loro si scoprivano: il 3-1 ha chiuso il match.

Pessina è stato straordinario, anche per la qualità dei due gol. Sarà un giocatore utile anche alla Nazionale. Sta avendo un’evoluzione incredibile: dopo l’infortunio ha dimostrato grande valore e qualità. Questa sera, comunque, è difficile fare una classifica dei valori”. Così Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, dopo il 3-1 al Napoli, parlando a Raisport.

“E’ stato un periodo difficile, posso solo fare i complimenti ai ‘miei’ – aggiunge -: abbiamo avuto un ciclo di partite difficile e non era facile mantenere la concentrazione.

Globalmente stiamo vivendo un’altra stagione importante e, fra due settimane come oggi, giocheremo per la prima volta contro il Real Madrid. La continuità di risultati ha fatto crescere noi e la società. Ci aspettano grandissimi obiettivi, speriamo di centrarne qualcuno. (ANSA).

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here