Milan, contro la Samp vittoria e primato (anche se l’Inter ha una gara in meno).

527
MILAN, ITALY - FEBRUARY 13: Rafael Leao of AC Milan celebrates with his team-mate Mike Maignan after scoring the opening goal during the Serie A match between AC Milan and UC Sampdoria at Stadio Giuseppe Meazza on February 13, 2022 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il Milan ha battuto la Sampdoria 1-0 a San Siro in un incontro della 25/a giornata di serie A e sale al primo posto in classifica a +1 sull’Inter, che però hanno una partita in meno.

La partita è stata decisa da una rete di Leao nei primi minuti, alla quale i blucerchiati non hanno saputo rispondere, rendendosi quasi mai pericolosi.

Il portoghese ha raccolto un lungo lancio del portiere Maignan, si è involato sulla sinistra ed ha battuto il portiere blucerchiato Falcone, migliore dei suoi, che ha evitato durante la gara che il passivo fosse più pesante.

“Chi ama il Milan lo dimostri con i fatti, cordiali saluti agli insoddisfatti”, è il messaggio in uno striscione esposto dalla Curva Sud del Milan all’inizio del secondo tempo della partita contro la Sampdoria a San Siro.

Gli ultras si rivolgono così ai giocatori, in scadenza, lontani dal trovare un accordo per il rinnovo di contratto.

Nel mirino, quindi, Romagnoli e Kessié, quest’ultimo fischiato alla lettura delle formazioni. Cori di approvazione invece per Theo Hernandez fresco di rinnovo fino al 2026 ma squalificato per la partita di oggi. (ANSA).

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Stefano Pioli ha parlato nel post partita di Milan-Sampdoria. Queste le sue parole:

Sulla settimana appena trascorsa.

“E’ stata la settimana perfetta. Ci aspettavano partite difficili, sia per le motivazioni che per gli stimoli. Aver centrato tutte e tre è importante ma mancano ancora tante partite. Ora bisogna recuperare un po’ le energie e affrontiamo ogni impegno, una partita alla volta”

Sul momento di forma della squadra.

“Il Milan ha un’identità di gioco e questa è la cosa più bella e gartificante. Oggi abbiamo due punti in più rispetto l’anno scorso, sarà difficile ma cercheremo di affrontare ogni partita come l’esame più difficile”

Se sogna come tifoso.

“Se facessi il tifoso sarei stato sugli spalti con gli altri tifosi, cerco di lavorare per realizzare i sogni che faccio di notte”

Sulla chiave tattica del match.

“Siamo stati bravi a capire le uscite della Sampdoria. Avevamo preparato la partita contro una squadra che avrebbe giocato con il 4-3-1-2 ma solo ad un’ora prima della partita abbiamo capito che avevano cambiato modulo. Anche contro avversari chiusi, si possono trovare occasioni e quello che abbiamo trascorso in questi anni ci ha fatto compiere scelte lucide”

Sull’ambiente compatto.

“Credo che il nostro ambiente sia compatto e sono orgoglioso quando i nostri tifosi sanno riconoscere un recupero o una corsa come un gesto morale importante. E’ sempre tutto l’ambiente che trascina, sappiamo che la strada è lunga ma se continuiamo così può fare bene”

Se l’uscita dalla Champions può essere un vantaggio.

“L’uscita dalla Champions è stata una delusione perchè la partita al Wanda Metropolitano ci aveva regalato una possibilità con il Liverpool. Non ci siamo riusciti e ci dispiace. Abbiamo anche  la Coppa Italia che ci daranno altre settimane con impegni, ci sarà spazio per tutti i giocatori che hanno mostrato applicazione e volontà. L’anno scorso può essere stato un vantaggio per l’Inter ma non è stato solo quello, hanno vinto il campionato anche perchè giocavano meglio e sono stati più continui. Noi cercheremo di sfruttare le nostre settimane complete di lavoro”

Su Leao.

“Leao è un giocatore eccezionale, con grandi caratteristiche ma non deve accontentarsi. Non deve accontentarsi di aver segnato il gol, se vuole giocare 90 minuti deve correre fino alla fine come tutti i compagni. Non so se siamo la squadra più forte del campionato ma di certo non siamo secondi a nessuno in quanto a spirito. Rafa è cresciuto tantissimo, così come Tonali. Non si devono accontentare perchè sono giovani e perchè sanno che senza il sacrificio, il successo non arriva”

Sui sogni che fa.

“Faccio molti sogni, non posso dirli tutti. Pensiamo alla prossima partita”