La Juve espugna San Siro. Follia Higuain.

0
918

La Juventus batte il Milan 2-0 nell’ultimo incontro della 12/a giornata di serie A, mantenendo il distacco di +6 sul Napoli e reagendo bene al ko con lo United in Champions. Contro una squadra rossonera con tante assenze, la Juve ha trovato presto (8′ pt) il gol del vantaggio con Mandzukic, controllando poi la gara senza forzare.

In un sussulto nel finale del primo tempo, il Milan ha avuto l’occasione di un rigore per fallo di mano di Benatia, ma Szczesny ha parato il tiro di Higuain.

Nel finale della ripresa (36′ st), Ronaldo ha raddoppiato, portando a otto il suo bottino stagionale in serie A.

Higuain ha completato la sua giornata storta facendosi espellere reagendo in modo eccessivo ad una ammonizione troppo severa.

“Abbiamo reagito bene alla sconfitta col Manchester United. Vincere stasera era l’unico modo per mettere a parte quello che era successo nei cinque minuti finali della gara di Champions”. Così l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, dopo il 2-0 al Milan. “In questo momento stiamo facendo delle buone partite e delle buone vittorie – ha proseguito il tecnico toscano -. Oggi era un passaggio importante, come lo è stato riguadagnare il +6 sul Napoli che sta facendo un ottimo campionato”.

“Bonucci non utilizzato? Era giusto così, stasera doveva stare fuori”, ha commentato poi Allegri, tornato quindi a parlare della partita: “Era importante vincere senza prendere gol. Certo dovremmo tirare più da fuori. Cercare di andare sempre dentro l’area piccola è difficile e a volte rischi qualche ripartenza”.

“Abbiamo giocato contro una squadra che è tanti anni che vince, ogni anno prendono un pezzo da 90. Siamo stati in partita, abbiamo commesso un’ingenuità sul secondo gol, la squadra ha tenuto bene, abbiamo giocato a tratti bene. I livelli sono diversi, forse con il rigore poteva cambiare qualcosa ma la squadra mi è piaciuta, e non è tutto da buttare via”.

Rino Gattuso commenta così la sconfitta casalinga della sua squadra contro la Juventus. Che, secondo il tecnico del Milan, “non è soltanto la squadra più forte d’Italia, è la più attrezzata in Europa con City e Barcellona. Potevamo stare in partita fino all’ultimo, andavamo a fiammate ma la sensazione di fargli male non l’ho mai avuta. Se analizzi oggi c’è differenza tra le due squadre, e si tocca con mano”.

Cosa pensa di Higuain? “I rigori li tirano loro e li scelgono loro, Pipita se l’è sentita, è stato bravo il portiere della Juve – risponde -. Non facciamo polemiche. L’anno scorso hanno sbagliato Kessie e Rodriguez, ora è facile massacrare il Pipita”.

“Chiedo scusa a tutti, compagni, tifosi, all’allenatore. So che siamo un esempio per tutti i bambini, per quelli che giocano al calcio, per la gente che ti guarda ma non siamo robot, e ci portiamo dietro delle cose, e l’emozione delle partite. Però credo che a volte gli arbitri dovrebbero capire la situazione”. Gonzalo Higuain si sfoga, e si scusa, dopo l’arrabbiatura con Mazzoleni che ha provocato la sua espulsione durante Milan-Juve. (ANSA)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here