Cremonese, buon pari a Bologna.

67
Cremonese's goalkeeper Marco Carnesecchi in action against Bologna's Riccardo Orsolini during the Italian Serie A soccer match Bologna FC vs US Cremonese at Renato Dall'Ara stadium in Bologna, Italy, 23 January 2023. ANSA /ELISABETTA BARACCHI

Termina pari il match tra Bologna e Cremonese.

I padroni di casa vanno sotto a causa di un calcio di rigore, ben trasformato da Okereke.

Il pari arriva in virtù di un’autorete di Chiriches.

Bologna e Cremonese hanno pareggiato 1-1 in un posticipo della 19/a giornata di serie A, ultima di andata.

Dopo primo tempo senza reti, con gli emiliani più attivi alla ricerca del vantaggio, nella ripresa la Cremonese ha reagito, trovando l’1-0 con Okereke al 10′, su rigore per un fallo di mano di Dominguez.

Un’autorete di Chiriches, 5′ dopo, nel corso di una mischia in area, ha rimesso il match in equilibrio. I lombardi restano ultimi con soli 8 punti, mentre il Bologna sale a quota 23, con Juve e Fiorentina. (ANSA).

Davide Ballardini, al debutto in Serie A sulla panchina della Cremonese, pareggia sul campo del Bologna e a fine partita si esprime così al microfono di DAZN: “All’inizio mi è piaciuto l’approccio, poi il Bologna è venuto fuori e nella seconda parte siamo stati più in partita. Solidità difensiva ne abbiamo avuto, ma dobbiamo diventare più bravi nella gestione della palla. Qualche errore di troppo nelle uscite e in costruzione, è necessario mettere più sicurezza e tranquillità su queste cose. Più consapevolezza. Possiamo uscire meglio con la palla tra i piedi”.

Avete parecchi giocatori che la categoria la conoscono bene.
“Non ne abbiamo tantissimi. Noi dobbiamo diventare più bravi, tramite gli allenamenti, nella gestione della palla e nella pressione sull’avversario. Dobbiamo stare più corti, far sbagliare di più l’avversario o quantomeno condizionarli di più. Siamo stati un po’ troppo bassi. Nella costruzione del gioco non abbiamo avuto quella tranquillità e quella personalità per gestire meglio la palla”.

Buonaiuto ha cambiato le carte tattiche in tavola?
“Il Bologna ci pressava, abbiamo provato a mettere un giocatore di qualità in più per controbattere alla veemenza del Bologna. In parte ci siamo riusciti. A volte abbiamo sofferto troppo”.

Potevate portarla a casa la vittoria?
“La Cremonese non meritava di vincere, ma non meritava neanche di perdere. Il risultato dunque è giusto”.

Ha chiesto ai suoi giocatori di non guardare la classifica?
“Non guardiamo la classifica, siamo concentrati sulla partita che verrà. Bisogna pensare così, di partita in partita. L’importante è prepararsi bene, fare meglio come squadra, nel gioco e nella fase difensiva. Queste sono le cose che da qui in avanti dovremo fare sempre meglio”.

Che ambiente ha trovato a Cremona?
“Un ambiente straordinariamente buono. Qui ti permettono di allenare bene, ci sono persone perbene, i ragazzi sono davvero tutti molto disponibili. Ci sono delle ottime premesse per fare bene”.