B. Braun e Forestami di nuovo insieme per la forestazione e cura delle aree verdi urbane

Si rinnova la partnership tra B. Braun, una delle maggiori aziende al mondo nelle tecnologie mediche, e Forestami, il progetto di forestazione urbana con l’obiettivo di incentivare l’incremento del capitale naturale nel territorio della Città metropolitana di Milano. Oltre a sostenere la forestazione per la stagione agronomica 2024, B. Braun – grazie alla collaborazione con Forestami – ha attivato una giornata per la manutenzione del verde urbano a Parco Nord Milano: ieri oltre 100 “volontari per un giorno” tra i dipendenti dell’azienda e i ragazzi di Fondazione Aquilone Onlus si sono dedicati ad attività di cura e pulizia di aree dedicate del parco. La novità di quest’anno è il coinvolgimento attivo di Fondazione Aquilone Onlus, associazione senza fini di lucro che sostiene la comunità della zona Nord di Milano, un partner istituzionale con cui B. Braun collabora sviluppando progetti dedicati a bambini e ragazzi da quasi un decennio.

“Siamo felici di dare continuità alla partnership con Forestami, che si traduce in un impegno concreto per il benessere delle nuove generazioni e la tutela dell’ambientecommenta Oliviero Pelosini, Managing Director e CFO di B. Braun in Italia. “Quest’anno abbiamo voluto organizzare una giornata di volontariato coinvolgendo anche Fondazione Aquilone, che da anni opera a favore dei giovani della comunità di Affori, perché crediamo nell’importanza di educare le nuove generazioni al rispetto e alla cura del verde urbano. Grazie a questa sinergia, possiamo offrire il nostro contributo per il benessere della comunità e prenderci cura del nostro territorio, contribuendo a un ambiente naturale più sano e vivibile. Questo impegno è l’espressione concreta della missione che ci anima ogni giorno: proteggere e migliorare la salute delle persone.”

 

Nella giornata di ieri i dipendenti di B. Braun e i giovani della Fondazione Aquilone hanno contribuito attivamente alla manutenzione del Parco Nord Milano, con diverse attività svolte sotto la guida esperta di giardinieri e agronomi del parco. Eliminazione manuale dalle erbacce delle aiuole di rose presenti all’ingresso del Parco, pulizia dell’apistrada dei fiori, raccolta di microrifiuti nei boschi: queste alcune delle attività portate a termine. Muniti di guanti, zappette e piccoli picconi, i partecipanti hanno eliminato le erbe spontanee invasive che ostacolano la crescita delle rose o delle piante dell’apistrada per poi spargere sul terreno ripulito della corteccia a funzione di pacciamatura, operazione volta ad arricchire il suolo di sostanza organica, a mantenere l’umidità del terreno e a proteggere le radici delle piante dall’evaporazione e le alte temperature estive. Un’esperienza che si è trasformata anche in un momento di sensibilizzazione sull’importanza della biodiversità e della sostenibilità ambientale verso i più giovani.

 

Proprio al Parco Nord Milano, B. Braun nel 2022 con Forestami aveva già contribuito alla piantagione di 150 piante forestali per celebrare il centenario dell’azienda in Italia e in particolare nella città dove è nata la prima filiale estera del Gruppo, oggi presente in 64 paesi. A queste 150 piante forestali – tra le quali olmo bianco, ciliegio, pado e quercia farnia – si sono aggiunte, ulteriori 150 piantine messe a dimora in altre zone della città indicate dagli agronomi di Forestami che consentiranno complessivamente nei prossimi cinquant’anni di stoccare, secondo le stime, 1.110 Kg di CO2 all’anno. La collaborazione per il verde cittadino è poi proseguita nel 2023 con la donazione di 300mq di suolo, sostenendo la campagna “Insieme per la Terra” volta all’acquisto di nuovi terreni che il Parco intende riqualificare aumentandone la biodiversità e la fruizione.

 

“Siamo felici che la collaborazione con B. Braun si rinnovi. Dopo la messa a dimora di nuovi alberi oggi, concentrandosi sulle attività di manutenzione, dimostra sensibilità nell’avvicinare i propri dipendenti alla conoscenza e cura della natura, permettendo loro di fare esperienze con professionisti nelle aree naturali del proprio territorio” – commenta Filippo Petrolati, Direttore Fondazione di Comunità Milano, Fondo Forestami“Inoltre l’impegno delle aziende per il supporto, lo sviluppo e la cura del bene comune, e in questo caso del patrimonio naturale, è fondamentale per valorizzare e rafforzare la relazione tra pubblico e privato volta a incrementare il benessere della comunità. Forestami chiama tutti a raccolta, sull’esempio di B. Braun, ad agire per migliorare la qualità della vita, pulire l’aria e contrastare gli effetti del cambiamento climatico”.

 

Forestami è il progetto di forestazione urbana che ha l’obiettivo di incentivare la messa a dimora di 3 milioni di piante (numero corrispondente agli abitanti di Milano e hinterland) incrementando il capitale naturale e la tree canopy cover (copertura arborea) del 5% della Città metropolitana di Milano entro il 2030.

La sostenibilità è uno dei nostri valori chiave, da decenni è una parte essenziale della nostra strategia aziendale ed è un pilastro importante per nostro il futuro” spiega Oliviero Pelosini. “Noi, come azienda familiare, siamo abituati a prendere decisioni pensando all’impatto che queste avranno sulle generazioni a venire. La sostenibilità è inserita in tutti i nostri processi aziendali, in termini di tutela dell’ambiente, del sostegno alla nostra comunità e una prospettiva economica di continuità nel lungo termine che tutela persone e attività”.