Green Day a Milano, tra gli ospiti dell’evento sulla transizione ecologica anche Massimiliano Ventimiglia.

426

Si terrà a Milano, in viale Pasubio 5 (sede della Fondazione), venerdì 25 marzo, Green Day – Per una cultura della transizione ecologica, l’evento promosso dai deputati Alessandro Fusacchia e Rossella Muroni e organizzato insieme alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. L’evento, che inizierà alle 14.30 con il saluto di benvenuto da parte del Segretario Generale della Fondazione, Cosimo Palazzo, e terminerà alle 19.15 circa, è gratuita e aperta al pubblico.

In occasione di Green Day interverrà all’interno del panel sulla Consapevolezza, moderato dalla conduttrice Tessa Gelisio, anche Massimiliano Ventimiglia, CEO di Onde Alte, che dopo aver dato vita, nel 2005, al venture incubator H-FARM – la Silicon Valley italiana – insieme a Riccardo Donadon, fonda, nel 2018, Onde Alte, Società Benefit e B Corp che aiuta aziende, organizzazioni umanitarie, fondazioni e PA nella creazione di progetti che uniscano sostenibilità economica e ritorno per la comunità.

Green Day e transizione ecologica: che ruolo hanno arte e cultura?

Se è innegabile, da un lato, l’urgenza di attuare quanto prima una transizione ecologica in grado di contrastare gli effetti disastrosi del cambiamento climatico in corso, è altrettanto importante investire sulla formazione delle risorse che saranno protagoniste in questa fase di transizione, oltre a comprendere quali sono le imprese e organizzazioni attive in questo campo su cui puntare e che ruolo rivestono l’arte e la cultura, fiori all’occhiello del nostro Paese.

Scopo del Green Day, infatti, è affrontare in una stessa conversazione i temi legati all’educazione, alla formazione e alle nuove competenze richieste da un’economia sempre più orientata alla sostenibilità con quelli più strettamente legati alla transizione ecologica, dando vita a un momento di scambio e riflessione sulle conoscenze e le opportunità che la scuola, l’università e la cultura possono mettere a disposizione in un’ottica di Net Zero.

 

Il programma completo: presenti anche Beppe Sala, Marco Cappato, Enrico Giovannini e Maria Cristina Messa

 

Daranno il via all’evento Fusacchia, Muroni e Cosimo Palazzo con il fondatore di Eumans.eu Marco Cappato, la vicepresidente dell’Emilia-Romagna Elly Schlein, Gianluca Guerra, co-presidente di Volt Italia, e Florinda Saieva, co-fondatrice di Farm Cultural Park e Prime Minister. A seguire, tre sessioni tematiche dedicate alla consapevolezza e al contributo della creatività per una cultura diffusa della transizione, alle quali interverranno: Marzia Camarda (imprenditrice culturale), Elena Ferrario (Legambiente Scuola e Formazione), Antonello Giannelli (Associazione Nazionale Presidi), Massimiliano Ventimiglia (Onde Alte), Elena Jachia (Fondazione Cariplo), Elena Ferrero (Atelier Riforma), Matteo Leonardi (ECCO), Patrizia Lombardi (Politecnico di Torino e Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile), Ugo Bacchella (Fondazione Fitzcarraldo), Roberta Franceschinelli (Lo Stato dei luoghi), Fabio Renzi (Fondazione Symbola) e Simona Roveda (LifeGate e Teatro sociale di Como).

 

Concluderanno l’incontro in streaming dal sito della Fondazione Feltrinelli il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile Enrico Giovannini e la Ministra dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa, in un confronto condotto dal giornalista Riccardo Luna, il Sindaco di Milano Beppe Sala e lo scrittore Paolo Nori, che leggerà il suo monologo L’ecologia nella mia testa.

 

“Sono felice e onorato di partecipare a questo incontro, che trovo una perfetta occasione per riunirsi e discutere della crisi climatica, un argomento che per troppo tempo è stato lasciato indietro e che adesso ci impone con urgenza di attivarci. Parlare di transizione ecologica significa, prima di tutto, comprendere le motivazioni e le origini di ciò che accade sul piano ambientale e sociale e diventare parte attiva del processo. Come? Studiando, formandosi e informandosi, a partire dalla scuola e poi nelle imprese, per diventare cittadini consapevoli e attenti”, commenta Massimiliano Ventimiglia.

 

Cliccare qui per accreditarsi

 

Onde Alte

Onde Alte, società benefit fondata nel 2018 certificata B Corp, è un laboratorio multidisciplinare di innovazione sociale che offre servizi di consulenza, formazione e open innovation ad aziende e sistema educativo, con l’obiettivo di alzare il livello di consapevolezza e di azione verso le tematiche sociali della cittadinanza attiva, del valore condiviso e del bene comune. Onde Alte combina in modo olistico competenze come business strategy, service design, creatività, ricerca e analisi dei dati, knowledge & learning design, software engineering per sviluppare progettualità innovative e d’impatto.

 

Per saperne di più: www.ondealte.com