Arte Orientale nel Tempo, mostra-evento giovedì 14.

199

Giovedì 14 luglio 2022 dalle ore 18 alle ore 21 presso lo spazio BIG Santa Marta. di via santa Marta 10 Milano di Massimo Ciaccio

Facente parte del network associativo ORANGE TABLE, verrà inaugurata una mostra molto particolare nel suo genere.

ARTE ORIENTALE NEL TEMPO 

La maggioranza degli oggetti esposti, di valore puramente decorativo, sono il risultato di una ricerca fondata sulla conoscenza dell’arte cinese passata.

Massimo Mondini ha frequentato la Cina per circa 25 anni (dal 1980 al 2005). In questo periodo ha viaggiato da 2 a 4 volte l’anno rimanendoci fino a più di tre mesi, complessivamente, ogni anno.

Oltre alla curiosità storico-geografica, questi spostamenti erano motivati dal desiderio di visitare i luoghi di origine dei manufatti che gli interessavano e, eventualmente di comprarli, se era ancora possibile.

Lo scopo della sua ricerca era di far riprodurre pezzi antichi, conosciuti solo dagli intenditori e dai collezionisti, al di fuori dalla produzione di massa, e dal gusto dozzinale,

LA PORCELLANA

Per quanto riguarda la porcellana, è stato più volte a Jingdezhen, storica sede dei forni imperiali, a Xiamen, nel Fukien, alla ricerca dei famosi Bianchi di Cina.

MOBILI

Stesso discorso per i mobili: ha importato mobili antichi o vecchi restaurati in Cina. Va detto che il concetto di restauro in Cina è diverso che da noi: spesso i cinesi “restaurano” rifacendo esattamente il pezzo originale, senza preoccuparsi troppo di mantenere le parti originarie. Il che “uccide” l’oggetto dal punto di vista collezionistico occidentale, ma ne lascia intatto il valore ornamentale.

ANTICHITA’

I pezzi antichi sono pochi ma piacevoli; il Buddha birmano, pur essendo del tardo XIX, spicca per le sue dimensioni, che sono fuori dalla norma

di Repossi Giovanna