Fotografia Spazio Apero, Open Call di Triennale e Gibellina Photoroad, scadenza 9 settembre.

122

Triennale Milano e Gibellina Photoroad, primo festival di fotografia site-specific e open air d’Italia, annunciano la Call Fotografia Spazio Aperto.

La Call ha l’obiettivo di favorire il dialogo tra due discipline diverse ma complementari: fotografia e architettura. L’intento è quello di rileggere e interpretare lo spazio pubblico per accogliere opere temporanee site-specific in un’ottica multidisciplinare e inclusiva.

Una giuria di alto profilo selezionerà un fotografo/a e un architetto/a che trascorreranno un periodo in residenza a Gibellina (Trapani) per progettare insieme una mostra/installazione open air e site-specific che sarà presentata durante la quarta edizione del Festival Gibellina Photoroad (28 luglio – 30 settembre 2023). La residenza sarà seguita da un workshop dal titolo Pratiche curatoriali nello spazio pubblico che si terrà a Milano in Triennale.

Quali relazioni si possono instaurare tra fotografia contemporanea, architettura e città? Come si progetta l’installazione di un’esposizione outdoor e site-specific che sia in grado di offrire una nuova lettura della città e delle opere esposte? Per questo la fotografia, arte flessibile per eccellenza, sposa l’architettura: nell’epoca contemporanea le arti dialogano, si ibridano e si fondono insieme per costruire nuove visioni, innovando e connettendo i linguaggi.

Tutto questo in un contesto urbano unico nel mondo: la città di Gibellina, in Sicilia, utopico esempio di ricostruzione post sismica fondata sull’arte e l’architettura contemporanea, museo a cielo aperto che ospita opere di artisti come Arnaldo Pomodoro, Pietro Consagra, Alberto Burri, Mimmo Paladino, Carla Accardi, Joseph Beuys, Alighiero Boetti e molti altri e sede di due tra i più ricchi musei d’arte contemporanea dell’intero Mezzogiorno: il Museo delle Trame Mediterranee della Fondazione Orestiadi e il Museo Civico Ludovico Corrao. In particolare la Call riguarderà il monumentale Sistema delle piazze, visionaria opera degli architetti Franco Purini e Laura Thermes (1982 – 1990).

Per la prima volta in Italia, fotografia contemporanea e architettura dialogano strutturalmente, per progettare esposizioni multidimensionali innovative e immersive, guardando allo spazio pubblico non come un semplice vuoto da riempire, ma come un luogo in cui cercare connessioni profonde tra artisti, spazio pubblico e cittadini.

La giuria sarà composta da: Matteo Balduzzi, Curatore Museo di Fotografia Contemporanea; Nina Bassoli, Curatrice Architettura, Rigenerazione urbana, Città, Triennale Milano; Lorenza Bravetta, Curatrice Fotografia, Cinema e New media, Triennale Milano; Arianna Catania, Direttore Gibellina Photoroad / Open air & Site-specific Festival; Enzo Fiammetta, Direttore Museo delle Trame Mediterranee/Fondazione Orestiadi; Claudia Mainardi, Co-Founder Fosbury Architecture.

Il bando di partecipazione completo è scaricabile sul sito del festival gibellinaphotoroadfestival.com, nella sezione news del sito di Triennale triennale.org/news, e scaricabile dal seguente link: Open Call