All The Streets Are Silent, il film evento sabato 17 all’Arena Milano Est.

94

Ultimo appuntamento “live” nella rassegna cinematografica estiva curata da Franco Dassisti. Sul megaschermo outdoor del Martinitt approda un documentario unico, che racconta le origini dell’hip hop e la sua integrazione con la scena skate. Sarà inoltre proiettato il cortometraggio Takuya, realizzato da Chef Family in omaggio al compianto skateboarder giapponese, di casa sui marciapiedi di Milano. A parlare di street art a tutto tondo, sul palco ci saranno i rappresentanti di Chef e di Ortica Memoria.  

 Il Teatro Cinema Martinitt, profondamente radicato nel quartiere e nel tessuto urbano che lo ospitano, nonché promotore di cultura in tutte le sue declinazioni, ha fortemente voluto negli anni (e infine realizzato in piena pandemia, quando la cultura era seriamente minacciata) l’Arena Milano Est come centro polifunzionale e interculturale, dove far incontrare ed esprimere ogni forma di arte, compresa la street art. E poiché la cultura nasce (anche) per strada, ecco che la stagione della più grande arena estiva di Milano si chiude in bellezza con un cine-evento dedicato alle street performance.

Sabato 17 settembre, dopo un’uscita evento nelle sale italiane lo scorso luglio, sul megaschermo di Arena Milano Est ecco, grazie a Wanted Cinema, l’occasione unica di godere di un docufilm d’eccezione, per la regia di Jeremy Elkin: All the Streets are Silent, che racconta le origini dell’hip hop e la sua compenetrazione con il mondo skate. Due modi giovani, immediati, acrobatici e contagiosi di comunicare la strada, dalla strada. Due fenomeni diversi eppure fratelli, per quel misto di arte, sport, divertimento, denuncia e tanto altro, affidato a uno straordinario linguaggio del corpo, sempre nuovo e inarrestabile. Il film è anche una lettera d’amore a New York, che analizza la società di fine Anni ’80 e la convergenza di due culture di strada, che avrebbero avuto un’eco planetaria e gettato le basi del moderno street style.

 

Insieme al docufilm americano, viene ora distribuito anche il cortometraggio, realizzato da Chef Family, collettivo di skateboarder e noto marchio di settore, Takuya, in ricordo del compianto skateboarder giapponese, di casa sui marciapiedi di Milano. A rappresentare Chef e il suo mondo saranno il fondatore Renè Olivo e il motion designer Andrea Di Liddo.

E a proposito di marciapiedi di Milano, di arte di strada e di quartieri diventati musei a cielo aperto, sul palco non potevano mancare i rappresentanti di ORME-Ortica Memoria, il progetto cui si deve la straordinaria trasformazione dell’Ortica (e non solo) e l’enorme, sgargiante e bellissimo Murale degli Artisti firmato dal collettivo Orticanoodles, che fa da sfondo all’Arena Milano Est e che è dedicato ai personaggi italiani che hanno fatto cultura, intesa a 360°. A intervenire sarà il presidente di ORME, Serafino Sorace.

 A condire il pre- e post-serata, infine, non poteva che essere lo street food di GoUrban, partner gastronomico di Arena Milano Est 2022.

Inizio serata ore 21, biglietto a 7 euro.

TEATRO/CINEMA MARTINITT

Via Pitteri 58, Milano, telefono 02/36580010, www.teatromartinitt.it e www.arenamilanoest.it.