Discarica a Casorezzo: sentenza del TAR è chiara, non si può fare. I ricorrenti: giustizia è fatta.

96

Questa mattina è giunto il pronunciamento del TAR di Milano relativo ai ricorsi presentati dal PLIS del Roccolo e dai Comuni di Busto Garolfo e Casorezzo, dagli Agricoltori e da Legambiente contro le autorizzazioni per la realizzazione della discarica di rifiuti speciali nel PLIS del Roccolo, nel territorio comunale di Busto Garolfo e Casorezzo, rilasciate da Città Metropolitana di Milano lo scorso agosto.

La sentenza è netta e inequivocabile: in quell’ambito di pregio ecologico e ambientale, discariche di quel tipo non si possono realizzare.

 

“Siamo davvero felici e orgogliosi del risultato ottenuto: dopo tanti anni di fortissimo impegno, a tutela del nostro territorio, dell’ambiente, della vocazione agricola del nostro Parco e della nostra storia, finalmente si giunge al risultato sperato. Abbiamo sempre saputo di essere dalla parte della ragione e finalmente gli sforzi e le fatiche portate avanti per lunghi anni dal PLIS, dalle Amministrazioni comunali di Busto Garolfo e Casorezzo, dal Comitato Cittadini Anti discarica, da Legambiente, dagli Agricoltori e dalla Cittadinanza tutta, sono state ripagate. Ringraziamo di cuore l’Avv Cristina Seccia e l’Avv Andreina Degli Esposti che hanno portato avanti le nostre istanze con grande competenza, impegno e dedizione.

Forse non è un caso se, proprio oggi, Giornata della Legalità, Giustizia è fatta!”

 

Roberto Colombo – Presidente del PLIS del Roccolo

Pierluca Oldani – Sindaco di Casorezzo

Susanna Biondi – Sindaca di Busto Garolfo

Barbara Meggetto – Presidente Legambiente Lombardia

Eleonora Bonecchi – Presidente Comitato Cittadini Antidiscarica

Gruppo Agricoltori firmatari del ricorso