Il clima del Pianeta sta cambiando con un tasso di crescita in costante aumento, coinvolgendo inevitabilmente tutte le regioni del mondo. Le calotte polari si sciolgono e cresce il livello dei mari. Nel Mediterraneo è previsto un riscaldamento che supera del 20% l’incremento medio globale e l’Italia è il più esposto agli effetti dei cambiamenti climatici, come testimoniato dall’ultimo Rapporto Città Clima di Legambiente. Proprio per cercare di dare risposte concrete all’emergenza climatica l’UE ha lanciato il Green New Deal, una nuova strategia che sostiene la giusta transizione energetica verso una società equa e prospera, capace di reagire alle sfide legate ai cambiamenti climatici e al degrado ambientale migliorando la qualità della vita delle generazioni presenti e future. Per il raggiungimento di questi obiettivi, nel 2020 è stato inoltre approvato il Patto Europeo per il Clima, uno strumento che mira ad intensificare il confronto e lo scambio tra le varie parti coinvolte nel processo di transizione ecologica.

 

In questo scenario si inserisce il progetto “Life ClimAction: In azione per contrastare l’emergenza climatica e favorire la Transizione energetica”, promosso da Legambiente e knowledge partner Enel Foundation finanziato dal Programma Life che fino al dicembre 2023 porterà i piani strategici dell’Unione Europea e dell’ONU tra la comunità per coinvolgere tutti i portatori di interesse nella grande sfida del cambiamento climatico e rendere la transizione ecologica un’occasione di crescita sana, equa e sostenibile.

 

«Il cambiamento che dobbiamo affrontare per contrastare la crisi climatica parte anche da noi – commenta Andrea Causo, direttore di Legambiente Lombardia -. La partecipazione attiva delle persone diventa quindi imprescindibile. Per raggiungere questo obiettivo è necessario un nuovo patto che unisca la società civile, le autorità nazionali, regionali, locali, e le imprese, in stretta collaborazione con le istituzioni e gli organi consultivi dell’UE. È da questa esigenza che nasce il progetto Life ClimAction, per rendere il percorso di transizione ecologica ed energetica una importante occasione di crescita per l’intera comunità. Legambiente è a fianco dei cittadini per aiutare a comprendere le opportunità e le azioni possibili per rendersi protagonisti del cambiamento e contrastare la crisi climatica. Durante gli infodays, infatti, affronteremo temi centrali del dibattito attuale e di risolutiva importanza per la vita quotidiana delle famiglie: comunità energetiche, sostituzione di caldaie, bollette e caro energia»

 

A Milano l’appuntamento è per giovedì 14 aprile alle ore 18.30 a Cascina Nascosta, in Parco Sempione con l’Infoday, un incontro che sarà una prima occasione per presentare le attività del progetto e confrontarsi sulle Comunità Energetiche, un nuovo modello sostenibile di produzione e condivisione di energia da fonti rinnovabili. L’Infoday rappresenterà il punto di partenza del progetto che vedrà l’attivazione dello Sportello energia che avrà sede in Cascina Nascosta tutti i giovedì dalle ore 16:00 alle ore 19:00 e disponibile online tutti i martedì dalle ore 15:00 alle ore 19:00.

 

«All’interno del progetto forniremo a cittadine e cittadini un servizio gratuito per ricevere informazioni e consigli utili in tema di efficientamento energetico delle proprie abitazioni. Le tematiche affrontate spaziano da buone pratiche di ecologia quotidiana, alla nuova etichettatura energetica fino a riqualificazioni edilizie, incentivi fiscali e comunità energetiche. Il servizio mira ad elaborare soluzioni personalizzate per il miglioramento del comfort abitativo e la riduzione del costo delle bollette – spiega Niccolò Cerulli, referente regionale del progetto ClimAction -. Vogliamo fornire a tutti coloro che sono interessati, uno sportello dove stimolare azioni e comportamenti responsabili per rendere le nostre abitazioni dei luoghi più sostenibili, risparmiando. Ad oggi la spesa media che una famiglia deve sostenere per le utenze supera i 2.500 euro annui, è necessario ridurre questo impatto sui conti domestici e l’unico modo sostenibile per farlo è velocizzando la Transizione energetica».