Milan, vittoria al cardiopalma, Ballo-Tourè e Leao stendono l’Empoli.

117
Milan's forward Ante Rebic celebrates after scoring 0-1 lead during the Italian serie A soccer match between Empoli FC vs AC Milan at Carlo Castellani stadium in Empoli, Italy, 1 October 2022 ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Il Milan vince 3-1 sul campo dell’Empoli nell’anticipo serale dell’ottava giornata della Serie A 2022-2023.

I rossoneri passano in vantaggio con il gol di Rebic (79′), l’Empoli risponde al 92′ con la punizione di Bajrami. Al 94′ e al 96′, le reti di Ballo-Touré e Leao regalano la vittoria agli ospiti. Il Milan sale a 18 punti e resta a 3 lunghezze dal Napoli. L’Empoli resta a quota 7.

I campioni d’Italia conquistano il bottino pieno in una gara complicata dagli infortuni che falcidiano la rosa di Pioli: out Calabria, Saelemaekers e Kjaer. Il Milan nel primo tempo sfiora il gol con Leao, che si fa respingere da Vicario una conclusione ravvicinata dopo l’iniziativa di De Keteleare.

L’Empoli non rinuncia a pungere quando si aprono spazi per le ripartenze. Il Milan nella ripresa cerca di alzare la pressione: Giroud su punizione scheggia la traversa, Vicario salva su conclusione di Tonali. Ad una decina di minuti dalla fine, amnesia toscana. Leao può scappare servito da falla laterale, palla al centro per Rebic che deve solo spingere in porta: 0-1. L’Empoli reagisce e al 92′ trova il pari. Bajrami pennella una punizione da 22 metri sorprendendo Tatarusanu: 1-1. Il pareggio resiste pochi secondi, il Milan rimette la testa avanti e Ballo-Touré da pochi passi infila per l’1-2. L’Empoli cerca il miracolo nel finale, ma spalanca praterie davanti a Leao che al 96′ vola in contropiede e chiude i conti: 1-3.

Stefano Pioli, tecnico rossonero, si è presentato ai microfoni di SkySport nel post Empoli-Milan:

È la vittoria dell’altro Milan?

“È la vittoria del gruppo, del Milan, come sempre. Siamo un gruppo coeso, disponibile, voglioso di crescere. Gli infortuni possono capitare, ma noi andiamo avanti perché ho la fortuna di avere tanti giocatori, tutti disponibili, tutti dentro alle situazione. Oggi c’è gioia: è stata una particolare e intensa; dovevamo segnare nel primo tempo, poi ci siamo disuniti con gli infortuni, poi l’abbiamo presa, persa e ripresa”.

I campionati si vincono anche così…

“Vittoria di volontà e di spirito, ma non perché conoscevamo i risultati degli altri. È troppo presto. È cominciato un nuovo troncone di stagione e sapevamo quanto fosse importante vincere. L’Empoli gioca bene e ci ha creato difficoltà. La partita è stata spezzettata, gli infortuni ci hanno tolto riferimenti e l’abbiamo pagato, ma la squadra… i miei giocatori – sono di parte – mi emozionano sempre”.

News infortunati?

“Calabria e Kjaer sono infortuni da valutare, credo quello di Davide abbastanza serio. Saelemaekers sembra una distorsione al legamento collaterale, ma vediamo. Siamo pronti”.

Pesa la sosta nazionali?

“L’Empoli ha sfruttato meglio la sosta, ma noi abbiamo cominciato la partita benissimo, con idee chiare e preparate. Ho visto una squadra pronta mentalmente e tatticamente, anche se i gol e gli infortuni ci hanno messo un po’ in difficoltà… Krunic ha giocato al posto di Saelemaekers. La squadra mi è piaciuta. Oggi ho visto il Chelsea: ci sarà da faticare”.