Milan di rimonta sul Parma, agganciato il Napoli al sesto posto.

0
106
AC Milan's Alessio Romagnoli scores goal of 2 to 1 during the Italian serie A soccer match Ac Milan vs Parma at Giuseppe Meazza stadium in Milan 15 July 2020. ANSA / MATTEO BAZZI
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

Il Milan ha battuto in rimonta il Parma (3-1) a San Siro. I gialloblù erano passati in vantaggio per primi con Kurtic, ma nella ripresa Kessie, Romagnoli e Calhanoglu hanno ribaltato il risultato permettendo ai rossoneri di agganciare il Napoli a quota 53 punti.

Milan-Parma 0-1: al 44′ pt difesa rossonera distratta, Grassi si inserisce sulla destra, poi serve all’indietro Kurtic che insacca

Milan-Parma 1-1: al 10′ st Kessie riceve sulla tre quarti sinistra, si accentra e di destro lascia partire una bomba all’incrocio.

Milan-Parma 2-1: al 14′ st Romagnoli firma il sorpasso mettendo in rete di testa su un traversone centrale dalla tre quarti campo

Milan-Parma 3-1: al 33′ st Calhanoglu firma il tris, concretizzando al massimo un contropiede micidiale condotto da Bonaventura

Stefano Pioli è stato intervistato da Sky Sport nel postpartita di Milan-Parma.

Sulla prestazione: “E’ stata una partita complicata, sapevamo delle difficoltà di affrontare questo avversario, bravo a chiudersi e ripartire. Abbiamo creato diverse occasioni anche nel primo tempo, non siamo stati lucidi. Abbiamo avuto una grande reazione nel secondo tempo”.

Sui numeri post lockdown: “Il nostro è stato un percorso dovuto, non si può pretendere che un allenatore nuovo e una squadra nuova possano avere subito la continuità di rendimento. Avevamo dato segnali importanti già prima della pausa, ora stiamo raccogliendo i frutti di questi 5/6 mesi insieme, stiamo ottenendo risultati importanti ma non dimentichiamoci che restano cinque partite”.

Su Kessie: “Io e Franck abbiamo avuto qualche difficoltà di rapporto all’inizio, una volta che ci siamo capiti e compreso meglio sta dimostrando di essere un giocatore di altissimo livello, ha presenza e grandissima qualità, è sempre presente nei momenti difficili della partita, è sicuramente un giocatore molto presente nel nostro gioco”.

Su Ibrahimovic: “E’ così, è la sua forza, pretende il massimo da sé stesso e dagli altri. E’ consapevole che la squadra è in crescita e sta dando il massimo, in campo diventa un leone, si arrabbia tanto, a volte a sproposito ma lo conosciamo, è una rabbia positiva, che va indirizzata bene, è una determinazione che ci ha fatto e ci sta facendo crescere”.

Su cosa è migliorato di più: “La forza mentale della squadra, è cresciuta tanto, la squadra è consapevole delle proprie qualità. Cerca di essere equilibrata e pericolosa continuamente, oggi potevamo pagare dazio ma ci abbiamo cresciuti e siamo stati in partita. Sicuramente la tenuta mentale è l’aspetto più importante. L’aspetto mentale è determinante per cercare di vincere anche le altre partite che rimangono”.

Sul futuro Donnarumma: “Certo non posso esserlo, nessuno sta parlando del proprio futuro, siamo concentrati nel nostro presente. Gigio però lo vedo sereno, motivato, forte, oggi ha fatto una prestazione attenta, determinata. Lo vedo molto sereno e motivato di restare al Milan. Voglio godermi questa squadra, è una bella squadra ed è bello lavorare con loro”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here