Mangasia, creatività e dinamismo

0
2083
AkairousokuTo Ninggyo © Miyako Maki

La creatività e il dinamismo del fumetto asiatico, dalle origini fino alle recenti innovazioni digitali: è la mostra “Mangasia: Wonderlands of Asian Comics”, grande rassegna internazionale allestita alla Villa Reale di Monza fino al 3 giugno. Curata da Paul Gravett e divisa in 6 sezioni tematiche, la mostra documenta l’intera storia dei manga, tra creatori, personaggi, magazine, graphic novel e pubblicazioni multimediali. Provenienti da Giappone, Corea del Nord e Corea del Sud, India, Cina, Taiwan, Hong Kong, Indonesia, Malesia, Filippine e Singapore, e da paesi emergenti in questo settore come Bhutan, Cambogia, Timor Est, Mongolia e Vietnam, i lavori esposti consistono in 281 tavole originali e 200 volumi di fumetti, ma anche facsimili digitali in alta risoluzione e alcuni oggetti tra cui la scrivania originale di un mangaka (in lingua giapponese autore e disegnatore di manga), alcuni kaavad, i santuari portatili usati dai cantastorie del Rajasthan, abiti ispirati ai manga e il Mechasobi, in cui si può ammirare un mecha (i celebri robot presenti in molti manga e anime) di ultima generazione. In esclusiva una sezione speciale dedicata ai Cosplay, con una ampia selezione di costumi.

 

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here