Dal 29 aprile al 1° maggio, apre la diciottesima edizione di Fa’ la cosa giusta!, la fiera
nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, organizzata da Terre di mezzo
Editore, che torna in presenza dopo due anni nella storica sede di fieramilanocity.

Sarà a ingresso gratuito per tutti i visitatori con pre-registrazione online, una decisione
che vuole favorire una vera ripartenza per il pubblico ma anche per le oltre 500 realtà
espositive presenti in fiera.

Oltre 250 appuntamenti, tra laboratori, incontri e presentazioni, con una particolare
attenzione ai temi della pace e dell’accoglienza ma anche della gentilezza, della cura del
pianeta e del prossimo.

“È la fiera della ripartenza dopo due anni di attesa, sarà un’occasione per tornare a
ritrovarci e quindi sarà una festa, ma anche un’occasione per continuare a sognare e a
costruire insieme le condizioni per un mondo migliore, a partire dall’economia civile e dalla
sostenibilità ambientale e sociale”, dichiara Miriam Giovanzana, direttore editoriale di
Terre di mezzo, organizzatore di Fa’ la cosa giusta!

Tra le novità di quest’anno la fiera dei “Grandi Cammini”, un nuovo progetto che punta
a valorizzare itinerari storici e tematici da percorrere a piedi o in bicicletta alla scoperta
della cultura e delle bellezze italiane e internazionali. Una grande opportunità per
incontrare tutti gli attori del settore: camminatori, istituzioni, tour operator, guide
escursionistiche, appassionati di turismo dolce e avere suggerimenti pratici e consigli
tecnici per costruire il proprio viaggio.

A Fa’ la cosa giusta! i visitatori troveranno oltre 500 aziende e realtà ospitate in 10 sezioni
tematiche e 5 spazi speciali che ogni anno approfondiscono i diversi aspetti della
sostenibilità, nei 32mila m2 di spazio espositivo, 3 aree ristoro dove sostare e gustare un
buon piatto realizzato con prodotti che valorizzano le filiere locali e bio e la stagionalità.

A tutto questo si affianca la quinta edizione di SFIDE-La scuola di tutti, il salone dedicato
a tutti i protagonisti del mondo della scuola, insegnanti, dirigenti scolastici, studenti e
famiglie, dal titolo “Resistenti e Creativi. Idee pratiche per una didattica che cambia”.
Oltre 50 tra laboratori, dibattiti, incontri gratuiti che danno diritto a crediti formativi
per gli insegnanti: dalla didattica creativa e sperimentale alle pratiche inclusive, dall’educazione alla cittadinanza allo student voice.

LE SEZIONI TEMATICHE DI FA’ LA COSA GIUSTA!
● Turismo Consapevole e Grandi Cammini
● Il pianeta dei piccoli
● Critical Fashion
● Cosmesi Naturale e Biologica
● Mangia come parli
● Street Food
● Area Vegan
● Pace e partecipazione
● Servizi per la sostenibilità e mobilità
● Abitare Green

La sezione Turismo Consapevole e Grandi Cammini è da sempre protagonista di Fa’ la
cosa giusta! e anche quest’anno propone diverse le proposte di turismo sostenibile e
accessibile a tutti, capace di valorizzare anche i territori marginali e lontani dai
tradizionali flussi turistici e di rappresentare così un’opportunità economica per le
comunità che li abitano. 35 tra Cammini e cicloviaggi, 5 grandi storie da cui lasciarsi
ispirare, oltre 70 stand per scegliere il prossimo viaggio.

Tra gli appuntamenti di maggiore richiamo il racconto della rinascita della via Appia
Antica, la Regina Viarum, fortemente voluto dal ministero della Cultura e la
presentazione della Via Francigena nel Sud, itinerario che parte dalla Basilica di San
Pietro e raggiunge il mare. Un focus sarà dedicato anche al cicloturismo: uno dei
segmenti più in crescita dopo la pandemia. Anche qui in programma incontri, per esperti e
non, alla scoperta dell’Italia da Nord a Sud.

Inoltre sarà allestita una piazza speciale dedicata al “viaggio italiano” con decine di
appuntamenti per conoscere borghi, vie, l’enogastronomia del Belpaese, ma anche nuove
proposte di turismo outdoor. Realizzato dalle Regioni italiane con il sostegno di ministero
del Turismo, ENIT-Agenzia Nazionale del Turismo e “Commissione Politiche per il
Turismo” della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Inoltre sabato 30
aprile alle 10, in Sala 3, verrà presentata la campagna “Viaggio italiano” del Piano di
Promozione Nazionale del ministero del Turismo-PPN 2020 in cui interverranno
istituzioni ed esperti del settore turistico. Maggiori informazioni e dettagli all’interno della
scheda dedicata al Turismo.

Il Pianeta dei piccoli è il mondo dedicato all’infanzia con espositori che proporranno abiti
realizzati con colori naturali e tessuti certificati, arredi montessoriani, giochi, pannolini
lavabili… e ancora, laboratori e incontri legati alla scoperta della bellezza,
all’autoproduzione, al riciclo e riutilizzo di materiali di scarto.

Trillino Selvaggio, porterà uno spazio laboratoriale “Ovunque la natura”, ispirato
all’omonimo albo di Terre di mezzo Editore che racconterà, attraverso il linguaggio
dell’arte, progetti di metamorfosi e rigenerazione urbana: i bimbi si immergeranno così in
un piccolo giardino e tra danze popolari e concerti potranno lasciarsi incantare da scatole
magiche piene di sorprese, partecipare a esperimenti di botanica, trasformarsi in artisti
di street art per realizzare un murales. Spazio alle letture con l’area “L’Acchiappastorie”
dove si alterneranno autori e illustratori che proporranno letture a ciclo continuo tratti dagli albi illustrati di Terre di mezzo Editore. L’elenco dettagliato delle attività dedicate ai
bambini, ragazzi e ai genitori all’interno della scheda “Bimbi in fiera”.

Diversi stilisti e artigiani presenteranno in fiera le proprie creazioni di moda etica e
sostenibile, raccolte nella sezione Critical Fashion. I visitatori potranno trovare capi di
abbigliamento realizzati con materie prime innovative e a basso impatto come Seacell,
una fibra ricavata da alghe e legno, ECONYL® e PET Riciclato. Filati rigenerati, teloni
pubblicitari, e scarti vegetali. Si potranno trovare anche bijoux e accessori moda e scarpe
veganOK, progetti di artigianato e sartoria sociale che favoriscono l’inserimento lavorativo
di persone svantaggiate.

La sezione Cosmesi Naturale e Biologica è dedicata ai prodotti per la bellezza, la cura per il
corpo, la persona, la casa e gli animali realizzati con materie prime biologiche, naturali o
provenienti dalla filiera del commercio equo. 30 espositori, tra le novità segnaliamo
produttori di cosmetici solidi di origine naturale con una particolare attenzione al
packaging, soluzioni di design innovativo per evitare lo spreco di prodotti.

Si potrà anche imparare a autoprodurre cosmetici e saponi in pochissime mosse seguendo
i consigli dei maestri saponai de La Saponaria, creme viso e corpo, scrub, maschere capelli,
shampoo, bagnodoccia e sapone liquido mani. (Maggiori dettagli all’interno della scheda
dedicata all’autoproduzione).

La sezione Mangia come parli resta la più ampia della manifestazione con i suoi 85
espositori che proporranno prodotti provenienti da agricoltura biologica, biodinamica, a
Km0 o della filiera del commercio equo e solidale o riconosciuti presidio Slow Food.
Progetti che coniugano gusto e sociale come i dolci e lievitati proposti dalle realtà di
economia carceraria. I visitatori girando tra gli stand potranno assaggiare diverse
specialità che raccontano storie e soprattutto territori. Ulteriori dettagli nella scheda “la
sostenibilità è servita”.

L’Area Vegan, dedicata al mondo vegano: abbigliamento, accessori e alimentazione. Tra le
novità la carne vegetale di Planted l’alternativa sostenibile per proteggere l’ambiente e gli
animali; i formaggi a base di mandorla (Fattoria della Mandorla) e Nutra-Be, gli
integratori alimentari cruelty free. Diverse le degustazioni, maggiori informazioni nella
scheda dedicata al cibo.

La sezione Street Food proporrà una pausa sfiziosa con tanti prodotti tipici in arrivo da
tutta Italia. Piacere, Alta Val Tidone presenta il Batarò: un ‘’panino’’ schiacciato farcito con i
prodotti tipici del territorio come Coppa e Pancetta DOP di Piacenza e formaggi locali. Due
le proposte siciliane: il pani ca’ meusa, le panelle, i cazzilli, le crocché, arancine di Antica
Focacceria San Francesco; prodotti a base di pane cunzatu, con acciughe e pomodorini,
caponata di melanzane e ricotta, pesce spada, tonno o suino nero dei Nebrodi di Bedda –
Cucina Siciliana di Strada. Ci sarà 100 Masserie in tour con la proposta enogastronomica
del territorio tra Murgia e Valle d’Itria e la focaccia genovese di Maninfarina. Infine
tradizionali, gourmet, al gusto di carbonara e vegetariane: sono le proposte de La
polpetteria.

Pace e partecipazione è la storica sezione della fiera dedicata all’associazionismo e al
terzo settore. 40 tra associazioni e cooperative che si occupano di diritti, volontariato e
cooperazione. All’interno della sezione la mostra fotografica Terra Madre, grandi fotografi
tra cui Steve McCurry raccontano la sfida della sostenibilità ambientale vista dal
continente più fragile, resiliente e vitale, l’Africa. Alle iniziative dedicate alla pace e
all’accoglienza una scheda dedicata.

Finanza etica, servizi sanitari e assicurativi solidali, tipografie ecologiche, vending,
materiali compostabili, app e piattaforme sostenibili, progetti di economia circolare,
servizi di consulenza, sono le caratteristiche della sezione Servizi per la sostenibilità e
mobilità. Ma anche biciclette, trasporto pubblico, car sharing, car pooling, veicoli ibridi e
elettrici, prodotti editoriali e stampa specializzata.

La sezione Abitare Green è dedicata all’arredamento e complementi d’arredo
eco-compatibili o del commercio equo e solidale, all’energia prodotta da fonti rinnovabili
alla bioedilizia. Diversi le realtà che si occupano di ristrutturazione edilizia con materiali
sostenibili e efficientamento energetico.

GLI SPAZI SPECIALI DI FA’ LA COSA GIUSTA!
● Economia circolare
● Fa’ la cosa giusta! Umbria
● La bottega della Luna Park
● Salumeria del Design
● Territori resistenti

Lo spazio Economia Circolare sarà dedicato ai temi del riuso-riciclo-riutilizzo: 13
espositori, dalla green alla blue economy. L’associazione Giacimenti Urbani presenterà il
Manifesto del Riutilizzo, un documento partecipativo destinato ai decisori politici per
richiedere delle linee guida e decreti attuativi a livello nazionale per dire basta alla cultura
dell’usa e getta. Maggiori dettagli all’interno della scheda “Ambiente e economia circolare”.

L’area Fa’ la cosa giusta! Umbria sarà dedicata a una selezione di 15 produttori alla
scoperta del territorio regionale.

La bottega della Luna park, un luogo dove profumi, colori, sapori stimolano tutto il nostro
essere. 7 realtà che propongono i prodotti della Bottega della Luna dedicati al benessere
sessuale e alla ricerca del piacere. Sarà un luogo dove giocare, ridere, riflettere, sfidarsi e
vincere buoni sconti da spendere subito. Diversi gli appuntamenti, laboratori esperienziali
sulla comunicazione tra partner, e per entrare in sintonia con il proprio corpo attraverso
massaggi e incontri con esperti.

La Salumeria del design è uno spazio creativo e culturale ma anche bar gestito da giovani
progettisti, grafici e artigiani. Piccole realtà indipendenti: dai gioielli agli accessori moda,
ma anche musica, prodotti di arredo vintage ed aperitivi!

Territori resistenti, è uno spazio espositivo che racconta l’Italia lontana dalle grandi città,
che ogni giorno ha idee, genera reti e strategie per preservare il passato, ma anche per
innovare, creando nuove realtà imprenditoriali che valorizzano e fanno rinascere i territori. Durante i tre giorni si potranno conoscere le storie e degustare i prodotti di realtà
delle aziende che hanno partecipato agli incubatori ReStartApp e ReStartAlp, promossi da
Fondazione Edoardo Garrone nell’ambito del più ampio “Progetto Appennino”. Programma
di appuntamenti completo all’interno della scheda dedicata al cibo sostenibile.

200 VOLONTARI
Anche quest’anno grazie alla partnership con Ciessevi-Centro Servizi per il Volontariato
Città Metropolitana di Milano, a Fa’ la cosa giusta! saranno presenti circa 200 volontari
che forniscono un preziosissimo aiuto allo staff durante i giorni di manifestazione.
Fa’ la cosa giusta! è pronta ad accogliere anche studenti di tutte le età. 70 classi di ogni
ordine e grado partecipano al Progetto Scuole, un programma di laboratori e visite per
riflettere sugli effetti delle nostre abitudini quotidiane e conoscere alternative più
rispettose dell’ambiente e dell’uomo.

UNA FIERA SOSTENIBILE
Fa’ la cosa giusta! si impegna a ridurre sempre più il proprio impatto ambientale,
sperimentando “buone pratiche” all’interno e suggerendo al pubblico piccole azioni che
possono aiutare l’ambiente.
I visitatori possono raggiungere la fiera con i mezzi ATM (fermata metropolitana Portello –
M5- Lilla; fermata metropolitana Lotto M1-Rossa), oppure con la propria bici che potrà
lasciare al parcheggio dedicato al padiglione 3.
Fa’ la cosa giusta! è plastic-free: i sacchetti usati dagli espositori sono in Mater-Bi grazie a
Sarvex, le stoviglie che troveranno nei punti acqua e ristoro sono di Ecozema srl società
benefit.
I visitatori potranno riporre i propri acquisti nei sacchetti di carta riciclata che
riceveranno all’ingresso della manifestazione realizzati con il contributo di Comieco.
I rifiuti sono raccolti e differenziati nelle isole del Riciclo presidiate dai volontari,
riconoscibili dalle t-shirt di AltraQ certificate Fairtrade.
Solo acqua di rubinetto! A Fa’ la cosa giusta! si potrà bere l’acqua distribuita dalla Casa
dell’acqua del Gruppo Cap e dai punti acqua Culligan, presenti in entrambi i padiglioni.
I movimenti economici della fiera transitano su un conto di Banca Etica e l’assicurazione è
trasparente e responsabile grazie al Consorzio Caes Italia.

UNA FIERA IN SICUREZZA
Fa’ la cosa giusta! è realizzata rispettando le linee guida anti Covid-19. L’ingresso è gratuito
per tutti i visitatori, per accedere è necessaria la pre-registrazione. La registrazione è
obbligatoria per tutti coloro che hanno più di 14 anni: se venite in fiera con bambini e
ragazzi di età inferiore ai 14 anni vi basterà indicarlo in fase di iscrizione (nell’apposito
campo). Gli spazi verranno igienizzati e all’interno della manifestazione troverete diversi
dispenser con gel igienizzante per le mani.

Non è necessario esibire il Green Pass all’ingresso (il provvedimento rientra nelle misure
di superamento dell’emergenza sanitaria introdotte dal Governo con il decreto legge 24 del
24 marzo 2022); rimane obbligatorio l’utilizzo della mascherina, chirurgica o FFP2,
all’interno dei padiglioni.

All’interno della fiera le persone devono avere:
● il Green Pass base per accedere ai servizi di ristorazione al tavolo e al banco;
● il Green Pass rafforzato per accedere alle sale convegno.

Tutte queste misure sono valide fino al 30 aprile compreso, come da normativa
nazionale in vigore.

FA’ LA COSA GIUSTA! È REALIZZATA
Con il sostegno di: Banca Etica, Comieco, Consorzio CAES Italia, Etica SGR, Novamont Spa,
Mutua Sanitaria Cesare Pozzo, Team Rent – Maxus.
In partnership con: A2A Life company, Arci Lombardia, Cgil Lombardia, Ciessevi Milano –
Centro di servizio per il volontariato, Ecozema srl società benefit, Fondazione Easycare,
Gruppo Cap, Legambiente, Regione Abruzzo, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia,
Regione Autonoma Valle d’Aosta, Regione Lazio, Regione Lombardia, Regione Marche,
Regione Puglia, Regione Sardegna, Regione Siciliana, Regione Umbria, Sisifo srl Società
Benefit.
Partner tecnici: Amsa, ATM Spa
Media partner: Africa Rivista, Altreconomia, Bikeitalia.it, Curenaturali.it, Ediciclo Editore,
Funny Vegan Magazine, Giovani Genitori, Mi-tomorrow, Nonsoloambiente.it, Radio
Popolare, Teen Social Radio, Terra Nuova Edizioni, Varesenews, Vivere sostenibile.
L’evento è patrocinato da: Città Metropolitana di Milano, Asvis-Alleanza Italiana per lo
Sviluppo Sostenibile, Comune di Milano che partecipa anche con uno spazio con diversi
incontri legati a temi di attualità per la città.
Fa’ la cosa giusta! 2022
da venerdì 29 aprile a domenica 1 maggio
orari: 9-20
INGRESSO GRATUITO CON REGISTRAZIONE ONLINE OBBLIGATORIA
fieramilanocity, Padiglioni 3 e 4 – viale Scarampo, angolo Via Colleoni, GATE 4, Milano
www.falacosagiusta.org || Facebook || Instagram || Youtube