Coronavirus, produzione industriale in picchiata, mai così in basso dal 2009.

0
560
epa08114869 An engine is assembled by a worker in the car engine manufacturing factory of Opel in Szentgotthard, Hungary, 09 January 2020. A ceremony marked the official launch of the mass production of three-cylinder turbo petrol engines developed by PSA at this plant as a result of a 38 million euros investment. The engines manufactured here will be built into Opel, Peugeot and Citroen models of the French owned PSA group. EPA/Gyorgy Varga HUNGARY OUT

Crolla ai minimi dal 2009 l’attività manifatturiera in Italia a marzo a causa del coronavirus e il conseguente lockdown.

L’indice manifatturiero Pmi, calcolato da Markit, è precipitato il mese scorso a 40,3 punti da 48,7 di febbraio. Il dato è anche peggio delle stime per un calo a 41 punti. La soglia dei 50 punti fa comunque da spartiacque tra contrazione ed espansione del ciclo.

Limita i danni, invece, il settore manifatturiero in Germania. Il relativo indice Pmi è sceso lievemente il mese scorso a 45,4 punti da 45,7 punti di febbraio. La stima era per un calo a 45,5 punti.

Nel complesso la contrazione del settore manifatturiero nell’Eurozona a marzo è leggermente peggiore delle attese. L’indice Pmi è infatti sceso a 44,5 punti il mese scorso da 44,8 punti di febbraio contro stime per una discesa a 44,6 punti. (ANSA)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here