Si tuffa nel lago di Como e non riemerge, morto 17enne.

63
Carabinieri e soccorsi giunti sul posto coprono con un telo il corpo del giovane straniero di ventanni morto annegato mentra nuotava nelle acue del Lago Maggiore perchè stroncato probabilmente da un infarto, 18 Luglio 2015. ANSA/ RENATO BALDUCCI

E’ morto nella notte all’ospedale Sant’Anna di Como il 17enne che ieri pomeriggio si era tuffato nel lago, all’altezza di Tempio Volciano, senza più riemergere.

Dopo oltre mezz’ora di ricerche il ragazzo era stato recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco e rianimato dai sanitari delle ambulanze, le sue condizioni erano state definite disperate.

Il ragazzo, di origini nordafricane, era con un amico quando si è tuffato nel lago. Non vedendolo riemergere, sono stati allertati i soccorsi. Il 29 maggio, sempre all’ospedale Sant’Anna, è morto un altro 17enne che la sera prima si era tuffato nel lago di Como da un pontile del porto (ANSA).

Attorno alle 18.45 sono stati avvertiti i vigili del fuoco. Sul posto è intervenuta anche la Polizia di Stato e la Polizia Locale. (ANSA).