Olimpia, vittoria importante a Brindisi.

0
187
Nemanja NedovicrHappy Casa Brindisi - A | X Armani Exchange Olimpia MilanorLega Basket Serie A 2019/20rBrindisi, 01/02/2020rFoto MarcoBrondi // CIAMILLO-CASTORIA

L’Olimpia gioca la partita dura e determinata che doveva giocare, ha abbastanza da tanti giocatori diversi, con Rodriguez e Tarczewski protagonisti del finale, e vince 77-74. Prima però tanti avevano portato mattoni fondamentali, ad esempio Nedovic nel primo tempo e Sykes nel secondo terzo periodo. C’è stato solo uno sbandamento alla fine del secondo quarto quando Brindisi è passata dal meno 12 al vantaggio addirittura. Ma dallo spogliatoio è rientrata di nuovo l’Olimpia dura dei primi 17 minuti, ha difeso, ha ripreso in mano la partita ed eseguito nel modo corretto. Nel finale ha avuto i nervi saldi, per fare le giocate giuste e mettere i tiri liberi che servivano, usando a lunghi tratti, con efficacia, la difesa a zona e con quella ha creato numerosi problemi all’attacco potenzialmente esplosivo di Brindisi.

IL PRIMO TEMPO – L’Olimpia segna nei primi tre possessi, Tarczewski di forza, Scola da tre, Rodriguez dalla media. Va avanti subito 7-4, poi la partita diventa più difensiva, più fisica, anche se nei primi 10 minuti ci sono solo due falli totali fischiati. Brindisi mette la testa avanti per la prima volta sull’8-7 con un jumper di Martin. E’ lui il primo protagonista perché incide sui due lati del campo e scava il più quattro di Brindisi. Nedovic con cinque punti immediati impatta a quota 14. Poi Sutton in un primo quarto in cui Milano soffre a controllare il proprio tabellone, firma il 16-14 che chiude il periodo iniziale. L’Olimpia parte con un 7-0 nel secondo, entrata di Nedovic, gioco da tre di Sykes e due liberi ancora di Nedovic prendendo cinque punti di margine sul 21-16. Dopo il timeout di Coach Vitucci, Sykes mette una tripla, poi un’entrata di forza che vale il 26-16 Milano. Il parziale di 12-0 è interrotto da Sutton dalla lunetta. Il vantaggio tocca i 12 punti sul 29-17 prima che Gaspardo trovi un canestro dall’angolo e Stone segni in contropiede ricucendo a meno otto, con timeout immediato di Coach Messina. Al rientro Nedovic interrompe il momento negativo con due tiri liberi, ma poi Brindisi con otto tiri liberi consecutivi più un canestro di Brown cancella il deficit e all’intervallo va anche avanti 34-32 con una tripla di Gaspardo sulla sirena.

IL SECONDO TEMPO – Gaspardo apre quattro punti per Brindisi, ma Sykes risponde con un personale 5-0 che riporta Milano avanti nel punteggio. Qui ci sono sorpassi e controsorpassi, poi con due triple, di Rodriguez e Micov, l’Olimpia schizza a più sei sul 46-40. Dal timeout di Vitucci, Brindisi rientra con un parziale di 4-0. Chris Burns su uno scarico di Rodriguez mette la tripla con la quale l’Olimpia ripristina cinque punti di vantaggio. Poi segnano Sykes in entrata e Cinciarini da tre in transizione per il nuovo più 10 Milano. Brindisi si affida al suo leader e Banks risponde con la tripla e i due liberi che stoppano la fuga dell’Olimpia. L’ultimo graffio però è di Sykes che prende fallo, centra i due liberi e chiude il terzo periodo sul 56-49 Milano. Brindisi con una tripla di Zanelli ritorna a meno cinque. Un rimbalzo offensivo convertito da Tarczewski e poi un jumper di Rodriguez dopo che lo stesso Kaleb aveva stoppato Zanelli ricostruiscono nove punti di vantaggio per l’Olimpia. Ma Brindisi risponde alzando la pressione difensiva: Sutton e Banks rubano due palloni a metà campo. In un momento di grande confusione in campo, arriva anche un tecnico alla panchina e Brindisi rientra a meno due. Tarczewski centra quattro tiri liberi consecutivi e ferma l’emorragia, mentre la difesa regge un paio di volte e Milano torna a più cinque. Banks con un jumper da centro area e Brown con due tiri liberi riportano Brindisi a meno uno con un minuto da giocare. Tarczewski, protagonista del quarto periodo, completa un gioco da tre a 52 secondi dalla fine. Stone però risponde con una tripla che lo cancella. Dalla lunetta, Rodriguez allunga a più tre con 20 secondi da giocare. Poi dopo il fallo tattico di Burns su Martin, il Chacho ne mette altri due, l’Olimpia tiene sull’ultimo possesso difensivo e vince 77-74.

Così Coach Ettore Messina ha commentato la partita di Brindisi: “E stata una partita molto combattuta e fisica. Loro sono una squadra di grande potenziale tecnico e atletico, tanto che stanno facendo un grandissimo campionato. Noi siamo stati bravi ad avere pazienza, abbiamo usato bene la zona – devo dare atto ai miei assistenti, in testa Marco Esposito, di aver insistito quindi il merito è loro – e poi abbiamo fatto qualche giocata decisiva in attacco. È stato importante il tiro da tre nel terzo quarto perché ci ha permesso di tornare avanti. Sull’ultimo possesso volevamo fare fallo ma nel momento in cui avessero attaccato, non gratuitamente, infatti Banks ha preso si un tiro da tre ma era fuori equilibrio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here