NO HUNGER PROJECT – 4.000 Km IN BICICLETTA, CONTRO LA FAME NEL MONDO.

0
55

NO-HUNGER PROJECT – “Markets” 4.000 Km IN BICICLETTA, CONTRO LA FAME NEL MONDO!

Virginio Favale, pedalerà in solitaria, dando vita ad un tour di 35 tappe che vedrà protagoniste le principali capitali finanziarie, icone economiche d’Europa, Milano, Francoforte, Berlino, Amsterdam, Bruxelles, Parigi e Londra, per la sensibilizzazione alla lotta contro la fame nel mondo.

Il 13 Giugno del 2018 Virginio Favale, fotografo e artista a tutto tondo, partirà così per un tour itinerante intitolato “Markets”, composto di 35 tappe attraverso le principali città e centri dell’economia europea che durerà 45 giorni su un’estensione di 4.000 chilometri di pedalata. Il punto di inizio sarà Milano, che saluterà la partenza di Virginio con un flashmod in bicicletta per la città fino a Piazza degli Affari sede della borsa di Milano. Il viaggio si snoderà tra i mercati alimentari multi-etnici e brulicanti di vita alla scoperta dei prodotti tipici locali, incastonati nelle ambientazioni frenetiche delle metropoli, sedi dei più importanti mercati finanziari, dando uno spaccato dello scenario che evidenzia la forte contrapposizione tra le due anime delle città.

Sensibilizzare sul tema della fame attraverso lo sport e l’arte;  questo è il senso dell’iniziativa No hunger project, pensato, ideato e fortemente voluto da Virginio.

L’aspetto sportivo è la base portante dell’iniziativa ed è il motore che fa girare tutto il progetto.

L’idea consiste nel realizzare una serie di avventure ciclistiche di lunga percorrenza per mettere in relazione contesti culturali profondamente diversi, dove il rapporto con l’alimentazione è ancora un bisogno primario ed è per questo che il progetto ha nel suo DNA concettuale il rapporto con la fame.

 

La concretizzazione di questo progetto è avvenuta oltre alla grande determinazione di Virginio anche grazie all’adesione di importanti sponsor come la Feelmatic che fornendo l’app e lo smatphone gli permetterà di creare velocemente le sue opere d’arte fotografiche e video, a Offiseria, una realtà tutta made in Italy che ha sviluppato una bicicletta da touring appositamente per questa avventura. E altri importantissimi partners del progetto come Dugall service di stampa di New York, The main World, Purosangue e Signify.

Il 50% dei proventi di questa splendida avventura verranno donati a Interlife, Onlus che opera in India e in Africa contro la fame nel mondo.

La raccolta avrà inizio con la prima pedalata e le donazioni saranno possibili attraverso il sito No hunger project e a seguire con la vendita delle opere fotografiche, protagoniste di una mostra itinerante a livello mondiale. Successivamente con la vendita del libro che sarà un vero e proprio reportage di tutto il percorso.

 

Gli splendidi scatti che ci regalerà Favale saranno il proverbiale filo d’Arianna, che ci guiderà in una narrazione coinvolgente, cogliendo ogni dettaglio di questa esperienza, che sarà solo l’inizio di una serie di percorsi che avranno come punto di partenza i paesi più ricchi del mondo fino ad arrivare ai paesi più disagiati.

 

I social network sono un luogo di aggregazione e unione, dove conoscere e condividere esperienze e le culture più disparate oltre che uno strumento per poter contribuire alla raccolta fondi.

Invitiamo tutti a seguire il percorso sulle pagine Facebook e Instagram  interagendo per far crescere e rafforzare sempre di più questa già grande community e a commentare quanto più possibile per fargli sentire tutto il calore e l’incoraggiamento nei momenti di maggior fatica del viaggio.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here