Inter, la festa alla Pinetina, sabato a San Siro uno spazio per 3.000 tifosi.

0
232
Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%

Maglie celebrative e un brindisi alla presenza del presidente Steven Zhang: così l’Inter ha festeggiato oggi ad Appiano Gentile la vittoria dello scudetto, al ritorno alla Pinetina dopo i tre giorni liberi concessi dal tecnico Antonio Conte dopo il successo di sabato scorso contro il Crotone. Per la prima volta così la squadra, insieme all’allenatore e alla dirigenza, si sono incontrati per festeggiare il trionfo in campionato con quattro giornate d’anticipo: poi si ritornerà a pensare al campo, con l’allenamento per iniziare l’avvicinamento alla sfida con la Sampdoria di sabato.

E’ stata individuata un’ampia area nei pressi di San Siro di circa 15.000 metri quadrati dove potranno accedere massimo 3.000 persone per una “manifestazione di sostegno” in occasione della prima partita dell’Inter dopo lo scudetto, sabato 8 maggio. E’ questo l’esito di diversi incontri “per approntare una strategia condivisa con il sindaco di Milano, i vertici delle forze dell’ordine e la società F.C. Internazionale”.

Ciò avverrà, spiega la Prefettura, “attraverso filtri delle forze dell’ordine, anche al fine di procedere ad una diffusa identificazione dei presenti”. La tifoseria organizzata dell’Inter “si è impegnata ad osservare le disposizioni indicate dal Questore e quelle previste dalle norme anticovid”, aggiunge la Prefettura aggiungendo che “eventuali violazioni saranno rigorosamente sanzionate”.

La Prefettura spiega inoltre che “non è prevista alcune zona rossa” e che l’8 maggio non ci sarà una “festa dello scudetto”, che invece “sarà promossa dalla società F.C. Internazionale, quando le condizioni sanitarie e le norme lo consentiranno”.
(ANSA).

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here