Clamoroso, sorteggio Champions annullato e da ripetere, 3 errori commessi, accolto il ricorso dell’Atletico Madrid.

780

Con un comunicato ufficiale, la UEFA ha annunciato che i sorteggi che si sono svolti alle ore 12:00 e che avevano designato gli accoppiamenti sono da considerarsi nulli a causa di “problemi tecnici”.

A seguito di un problema tecnico con il software di un fornitore di servizi esterno che indica quali squadre possono giocare tra loro, si è verificato un errore nel sorteggio per gli ottavi di UEFA Champions League.

Per questo motivo, la UEFA ha deciso di rifare il sorteggio per le ore 15:00.

Durante le operazioni di sorteggio svoltesi in diretta dall’urna di Nyon, ci sono stati tre episodi abbastanza clamorosi che hanno portato a questa decisione storica.

Il vice segretario generale Giorgio Marchetti ha iniziato il sorteggio pescando una ad una le non teste di serie per l’accoppiamento degli ottavi.

Ad ogni squadra chiamata Marchetti dava indicazioni a Andrej Aršavin (ex calciatore russo dell’Arsenal e dello Zenit San Pieetroburgo, città dove si disputerà la finale, ndr) su quali squadre teste di serie escludere dall’urna, visto che per gli ottavi di finale c’è il divieto di pescare squadre della stessa nazione o già incontrate nel girone.

Fino a qui, il sorteggio è filato liscio: per la prima squadra chiamata, il Benfica, viene escluso il Bayern Monaco in quanto compagno di girone dei portoghesi, che poi vengono accoppiati al Real Madrid.

Alla seconda urna però c’è già un primo errore per il Villarreal: Marchetti dice erroneamente che la squadra di Emery può essere sorteggiata con tutte teste di serie rimanenti, ma è un errore.

Il sottomarino giallo non poteva essere sorteggiato con il Manchester United, in quanto proveniente dallo stesso Gruppo F.

Tuttavia, la pallina dei Red Devils viene messa comunque nell’urna.

Ed è proprio questa che Arshavin sorteggia, il che porta Marchetti – con molto imbarazzo – ad annullare la chiamata, ma a procedere tuttavia col sorteggio con le 6 palle rimanenti nell’urna, dalla quale viene pescato il Manchester City.

Il Villarreal viene accoppiato con il City e il sorteggio procede, nonostante qualche mugugno in studio.

Poi arriva il secondo errore: tocca all’Atletico di Madrid, che non può sorteggiare il Liverpool tra le teste di serie, ma solo le altre 5 squadre rimaste.

Marchetti tuttavia dice che per la squadra del Cholo tutte le possibilità sono aperte eccetto il Liverpool e il Manchester United: ecco quindi il secondo errore.

Per questa errata indicazione di Marchetti, l’assistente di Arshavin Micheal Heselschwerdt esclude dall’urna la palla del Manchester United.

L’Atletico pesca il Bayern Monaco, ma l’errore è evidente: lo United è stato escluso dal sorteggio per l’Atletico Madrid.

E non solo, c’è anche il terzo errore: al posto della pallina dello United, Heselschwerdt ha inserito nell’urna quella del Liverpool.

Il sorteggio è poi andato avanti nonostante qualche momento di imbarazzo in studio.

Dopo che l’Atletico Madrid aveva comunicato la sua richiesta ufficiale di chiarificazioni all’UEFA in merito, la UEFA ha deciso di ripetere il girone.

Decisione storica e figuraccia in mondovisione per l’UEFA. (OneFootball)