Turismo, assessore Magoni incontra rappresentanti tedeschi.

68

Nel 2021 i turisti tedeschi in Lombardia sono stati 1,1 milioni, ossia la presenza straniera più rilevante che continua ad essere attratta dai laghi (primo su tutti il Garda), dalle montagne e dalle città d’arte.

La Germania si è confermata di nuovo, secondo il dati di Polis Lombardia, come primo mercato target per la promozione turistica della destinazione Lombardia. Per sviluppare ulteriormente strategie e individuare nuove leve per la ripartenza a pieno ritmo del settore dopo il Covid, si è svolto, a Palazzo Lombardia, l’incontro tra l’assessore al Turismo, Moda e Marketing territoriale Lara Magoni e i rappresentanti della Commissione per il Turismo del Bundestag tedesco, in visita istituzionale a Milano. All’incontro ha partecipato anche Ingrid Jung, Console Generale della Repubblica Federale di Germania.

 

“Un incontro proficuo, utile per rinsaldare i rapporti tra due realtà storicamente amiche e con solidi scambi culturali, commerciali, economici e turistici” lo ha definito l’assessore Magoni.

“Il turismo tedesco è fondamentale per la Lombardia, lo dicono i numeri – ha spiegato Magoni – per questo è necessario sviluppare strategie comuni e politiche condivise per valorizzare ulteriormente luoghi e destinazioni particolarmente apprezzate dal mercato nord europeo. Tra i nostri punti di forza, le bellezze paesaggistiche, servizi efficienti e la qualità dell’offerta”

.

Rapporti consolidati, quelli tra Germania e Lombardia, che i rappresentanti del Bundestag si sono augurati possano svilupparsi ulteriormente. Tra le richieste avanzate all’assessore Magoni, quella di fare fronte comune per individuare misure condivise per superare la crisi dopo la pandemia e ripartire con nuovo slancio.

 

“Un rilancio – ha aggiunto l’assessore al Turismo – che dovrà basarsi su politiche turistiche legate alla sostenibilità e all’accessibilità, grazie anche alla digitalizzazione e all’innovazione dei servizi. La Lombardia è la terra dell’attrattività e dopo i primi segnali confortanti, siamo convinti che avremo un’estate da record, visto che i dati di Polis stimano che le presenze turistiche attese per il 2022 dovrebbero crescere del 30% rispetto al 2021. Nel periodo estivo, avremo l’8,7% in più di turisti rispetto allo scorso anno. Il turismo tornerà ad essere trainante anche grazie ad eventi internazionali come ‘Bergamo- Brescia capitale della cultura 2023’ e Olimpiadi Milano-Cortina 2026”. (LNews)