Il parcheggio posto sotto i binari della stazione Centrale di Milano e presentato alla stampa da Vera Fiorani, ad di Rete Ferroviaria Italia. Milano 8 Aprile 2022. ANSA / MATTEO BAZZI

Un’area di sosta e di interscambio modale a fianco della stazione Centrale, con 425 posti auto e, in previsione, aree dedicate ai servizi di mobilità condivisa, come il car sharing e gli spazi per le compagnie di autonoleggio: é stato inaugurato il Parkin’ Station, realizzato da Grandi Stazioni Rail, società del Gruppo FS Italiane, e co-finanziata dal MIMS (Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili), con un investimento complessivo di circa 15 milioni di euro.

Alla presentazione sono intervenuti Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, Giuseppe Sala, sindaco di Milano e Vera Fiorani, amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italiana. Lo spazio di 24 mila metri quadrati è quello, da tempo inutilizzato, dell’ex magazzino CM7 in via Ferrante Aporti che nel 1931, anno di inaugurazione della stazione era destinato alla movimentazione di vagoni merci, nella realizzazione del nuovo hub è stato mantenuto come elemento di archeologia industriale il carro ponte trasbordatore che veniva utilizzato per la movimentazione orizzontale e verticale delle motrici dei treni merci.

L’intera area in via Ferrante Aporti è passata tristemente alla storia per essere stata luogo di raccolta di migliaia di ebrei che tra il 1943 ed il 1945 furono deportati verso i campi di concentramento, stipati su convogli in partenza dal “binario 21”. Una parte è stata già da tempo trasformata in un luogo della memoria, con la realizzazione del limitrofo museo della Shoah, inaugurato nel 2013.

Il Parkin’ Station punta dunque a promuovere e migliorare le funzioni di hub multimodale che la stazione di Milano Centrale sta già assolvendo, potrà ospitare fino 425 autoveicoli, di cui 10 riservati alle persone a ridotta mobilità e 6 dedicati ai posti “rosa” posizionati in corrispondenza degli ingressi e delle uscite previste in via Ferrante Aporti e via Sammartini.

Essenziale è poi la previsione di aree dedicate ai servizi di mobilità condivisa, a complemento delle altre forme differenziate di servizi collegate alla sosta sulla base di formule di utilizzo orario, giornaliero o mensile, prenotabili in anticipo attraverso la app Parkin’station.

Il servizio di parcheggi alleggerisce la mobilità a ridosso della stazione: già dalla fase iniziale sono operative 9 postazioni di ricarica per 18 auto elettriche, rappresentando di fatto uno dei maggiori poli di ricarica nel centro urbano di Milano. La dotazione si arricchirà in futuro di ulteriori postazioni per arrivare ad almeno 50 auto elettriche. Alcune infrastrutture di ricarica saranno ad uso esclusivo del car sharing operato con auto elettriche nella città di Milano.
Dopo Milano, ci saranno le inaugurazioni anche nelle stazioni ferroviarie di Roma Termini e Napoli Centrale. A Milano, entro il primo semestre del 2022, è prevista anche la realizzazione di un collegamento pedonale tra il “CM7” e la Stazione di Milano Centrale in corrispondenza della banchina ferroviaria a servizio dei binari 11 e 12.

Il nuovo hub multimodale della Stazione Centrale “rappresenta un servizio importante per gli utenti della Stazione Centrale. E costituisce anche un passo in avanti dal punto di vista della sostenibilità, se consideriamo gli spazi per le auto elettriche, che saranno ulteriormente implementati, e per il car sharing. Chi arriva a Milano in treno può usufruire non solo del traporto pubblico, ma anche di una mobilità condivisa sempre più in espansione”: lo afferma il presidente della Regione, Attilio Fontana, che questa mattina ha partecipato all’inaugurazione della nuova infrastruttura realizzata da Grandi Stazioni Rail, società del Gruppo FS. “Regione Lombardia – ha proseguito Fontana – è impegnata nel supportare la mobilità sostenibile e l’intermodalità con mezzi green. Penso al recente bando con cui sono stati messi a disposizione degli enti pubblici 12 milioni di euro per installare le colonnine per la ricarica. E penso al sostegno al car sharing elettrico ‘E-vai’ di Fnm presente con oltre 300 postazioni sul territorio lombardo, comprese stazioni ferroviarie e aeroporti”.

(MiaNews)