Orlando, Pd sia pronto a nuove elezioni

2107
Il segretario reggente del PD Maurizio Martina (s) e Andrea Orlando durante il seminario ''Adesso ricostruire. Il Pd e la sinistra'', Roma, 17 marzo 2018. ANSA/GIUSEPPE LAMI

Credo che si debba lavorare perché il Pd si faccia trovare pronto dall’eventualità di nuove elezioni, è un’eventualità che non può essere scartata.
Naturalmente i numeri indicano la possibilità che si realizzi un accordo tra M5s e Lega, a mio avviso una ipotesi nefasta”. Lo ha detto il ministro della giustizia Andrea Orlando, parlando a margine di una iniziativa del Pd a Rubiera (Reggio Emilia), dove ha incontrato i militanti. “Il gruppo dirigente – spiega Orlando – è l’ultima delle questioni, la prima è recuperare il metodo, la collegialità che ci permetta di recuperare un sufficiente grado di unità. I temi su cui lavorare: la casa, il lavoro, la sanità, i temi sociali, per rispondere ad una richiesta di protezione che viene dal voto”.