Realizza un sito web ecommerce di successo - Kynetic web agency a Salerno e Milano

Nella notte di sabato 18 e durante la giornata di domenica 19 settembre si sono registrati eventi calamitosi intensi su gran parte del territorio lombardo che hanno interessato, principalmente, le province di Brescia, Lodi e Pavia. In particolare, riferisce l’assessorato regionale alla Protezione Civile, nella provincia di Brescia, a Malonno, l’esondazione del torrente Cole ha causato l’interruzione della strada comunale, mentre nei comuni di Pontevico, Verolanuova e Manerbio è stata registrata una tromba d’aria che ha danneggiato case e sradicato alberi. Stessa situazione registrata in alcuni Comuni del Lodigiano, Corte Palasio e Crespiatica, oltre che in alcuni territori della provincia di Pavia (comuni di Marzano e Roncaro).

A Lecco, è stata chiusa la strada tra le frazioni di Vassena e Limonta per attività di prevenzione; rientrato invece l’allarme per il rischio di esondazione del fiume Olona, in provincia di Milano. Nella mattinata di oggi, infine, il comando provinciale di Varese dei VVF ha riferito che sono in corso gli interventi per allagamenti di scantinati e garage.

“Innanzitutto vorrei esprimere la mia vicinanza – ha detto l’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni – a tutte le popolazioni colpite dal maltempo e ringraziare tutti i volontari e soggetti che in queste ore stanno provvedendo per ripristinare la sicurezza. La Sala Operativa Regionale sta monitorando costantemente la situazione e l’evoluzione dei fenomeni in atto. Ancora una volta ci troviamo di fronte ad eventi calamitosi di straordinaria intensità, difficili da prevedere che, fortunatamente, non hanno registrato vittime”. “Ricordo – ha proseguito l’assessore – che è proprio grazie all’azione preventiva di Regione se gli ultimi fenomeni temporaleschi non hanno provocato disastri irreparabili, tra cui i lavori di sistemazione del fiume Adda e del Seveso: le manovre effettuate sul Canale Scolmatore, per esempio, hanno consentito di far sì che l’Olona non esondasse a Rho, Pero e Milano centro. Importante intervento anche da parte di Aipo che a seguito degli eventi calamitosi, ha attivato immediatamente la diga di Ponte Gurone, a Malnate, che ha rallentato la portata di fiume riducendo il rischio per la comunità a valle”.

“Sono previste – ha concluso – opere programmate da Regione in collaborazione con Aipo per la messa in sicurezza: la cassa di laminazione a Parabiago (in aggiudicazione) e la vasca di laminazione nei comuni di Lozza e Gorla Maggiore (progetto esecutivo previsto per il 2022) in provincia di Varese”.(MiaNews)

Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni