Gf Vip, Sylvie Lubamba rivela: il compagno della Elia è un violento.

0
1892
da Sylvie Lubamba riceviamo e pubblichiamo
Gentilissimi,
Il mio incontro con Pietro Le Piane (questo il suo vero nome non Delle Piane) risale al 2006, anno in cui ho perso il mio adorato papà…tutto ha inizio nell’estate del 2006 in Sardegna. Mi venne presentato da un caro amico, Mario Parodi, come un attore affermato nonché imparentato col Maestro Carlo Delle Piane.
In seguito fu lui a contattarmi per invitarmi nella casa al mare di famiglia a Fiume Freddo (CS). Ricordo con piacere l’ospitalità e l’accoglienza dei suoi genitori e di suo fratello, persone umili e semplici ma di gran cuore. In quei giorni ci fu un approfondimento della nostra conoscenza anche se quest’uomo non mi pareva molto limpido…terminata la breve vacanza in Calabria rientrai a Milano per poi raggiungerlo a Roma, ospite nella sua abitazione sulla Cassia, casa acquistata con grandi sacrifici dai genitori e di questo ne son certa, in quanto furono gli stessi a rivelarmelo.
Ritorniamo a quei giorni a Roma: come dimenticarli…dopo la sua insistenza nel creare uno scoop su noi due compresi la veridicità dei suoi sentimenti…mi aveva informata di aver allertato amici paparazzi per il cosiddetto finto rubato…inizialmente non ero molto convinta…successivamente accettai non solo per il suo continuo assillarmi ma anche per le sue capacità di ammaliatore; per cui furono organizzati degli scatti all’esterno della sua abitazione, mai pubblicati però da alcun rotocalco. Nei giorni a seguire Pietro Le Piane continuava a farmi sentire in colpa chiedendosi ripetutamente come mai un personaggio in auge, come la sottoscritta non avesse spazio sui settimanali (ero all’apice della mia carriera, grazie al programma di Chiambretti in cui facevo parte del cast fisso) in quel periodo, egli non era impegnato su alcun set quindi per aiutarlo lo coinvolsi ad un evento milanese presso la discoteca “The Club” , in cui avrebbe potuto creare sinergie professionali, fu in quel contesto che alcune foto che ci ritraevano assieme finirono sul settimanale “Vero” diretto dall’allora direttore Dario Tiengo, con la didascalia “Sylvie Lubamba e il suo compagno”.
Il “signor” Le Piane si lamentò molto con la sottoscritta perché il suo nome non era stato menzionato vicino al mio…con enorme difficoltà vorrei raccontare un triste episodio qualche giorno prima dei cosiddetti scatti rubati a Roma.
Ritengo importante far sapere ad Antonella Elia, da donna a donna, che il suo amato è un uomo violento.
Durante un confronto mi colpì in pieno viso causando un ematoma e gonfiore tra il labbro superiore e il naso tant’è che dovetti utilizzare tanto cerone per coprire le tumefazioni…son pienamente convinta che la Elia, il giorno in cui leggerà questa mia testimonianza non potrà più atteggiarsi da fidanzata svampita, al fine di difendere il suo uomo…colui che ha il vizio di alzare le mani sulle donne lo fa con tutte, non a seconda delle circostanze…non ho ricordi piacevole anzi! Il nome Pietro Le Piane ogni qual volta che lo sento m’innervosisce! Salviamo il soldato Elia!
In fede, Sylvie Lubamba.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here