Economia circolare, il contest di Amsa per le scuole.

50
Un momento della premiazione (Foto Amsa)

Si è concluso il contest creativo “Dalla raccolta differenziata all’economia circolare” che ha visto coinvolti i bambini dell’infanzia e degli asili nido di Milano. Il contest si inserisce nell’ambito della campagna formativa #AmbienteaScuola, l’iniziativa di Amsa (A2A) e Comune di Milano ideata per sensibilizzare i milanesi più giovani sui temi della sostenibilità ambientale e promuovere l’educazione e il rispetto dell’ambiente all’interno delle scuole di Milano. Cinquantadue i progetti conseguiti in cui sono state documentate le attività realizzate, sia a scuola sia sul territorio con il coinvolgimento di famiglie ed educatori nel corso dell’anno, sulla raccolta differenziata, l’economia circolare e la cittadinanza.

“Il progetto realizzato insieme ad A2A è frutto di un lavoro condiviso che si pone l’obiettivo di trasmettere ai nostri piccoli cittadini, attraverso il gioco, gare e sfide incrociate, valori e pratiche che promuovono l’attenzione e il rispetto per l’ambiente – spiegano la Vicesindaco e assessore all’Istruzione Anna Scavuzzo e l’Assessore all’Ambiente e Verde Elena Grandi -. “Sappiamo che i bambini di oggi, quanto più saranno formati e informati sull’importanza di tali temi, diventeranno adulti più consapevoli e inclini a comportamenti responsabili. ‘Ambienteascuola’ ha il suo valore aggiunto nel coinvolgere non solo bambine e bambini, ma anche educatori e genitori, così da raggiungere davvero tutte e tutti attraverso la scuola, l’educazione e il gioco. Complimenti, quindi, ai piccoli che si sono sfidati e agli adulti che li hanno accompagnati in questo bellissimo percorso di scoperta di una nuova cultura della sostenibilità, dell’importanza della raccolta differenziata e di un uso sempre più consapevole delle risorse”.

Commentando la chiusura dei Progetti l’ad di Amsa Marcello Milani: “L’educazione ambientale assume un ruolo chiave all’interno delle aule scolastiche nel promuovere cambiamenti negli atteggiamenti e nei comportamenti delle persone, sia singolarmente che a livello di comunità. Ringrazio gli Istituti Milanesi per la sensibilità dimostrata nei confronti del progetto ambientale realizzato insieme al Comune di Milano. Insegnare oggi ai giovani il rispetto per l’ambiente è fondamentale per avere un domani cittadini consapevoli e in grado di agire per il bene della comunità”. Nell’ambito dell’edizione 2021-2022 di #AmbienteaScuola sono state complessivamente coinvolte 319 scuole dell’infanzia e asili nido e distribuiti 2.386 poster e cestini e per la raccolta differenziata. 74 gli incontri di formazione tenuti per gli educatori e il personale ausiliario sulla corretta gestione dei rifiuti e sull’economia circolare. Nel mese di giugno, presso le 9 scuole vincitrici (una per municipio) si sono svolte le feste di premiazione del concorso “Dalla raccolta differenziata all’economia circolare”, con la lettura animata del libro “Raggio e Plin” attraverso il teatro d’immagini (Kamishibai) e la consegna delle copie omaggio per tutti i bambini.

Nel dettaglio le classi vincitrici e i loro lavori: Municipio 1: UE 3 Scuola infanzia Dandolo, sezione arancione; Municipio 2: UE 12 Scuola infanzia Carnovali; Municipio 3 UE 14 Scuola infanzia Stoppani; Municipio 4 UE 26, Scuola infanzia Martinengo, Municipio 5 IC Elsa Morante, Scuola infanzia Solaroli, sezione D; Municipio 6 UE 41, Scuola infanzia Pisa, sezione blu; Municipio 7 UE 49 Scuola infanzia Valle Antrona, sezione verde; Municipio 8 UE 51 Scuola infanzia Mantegna; Municipio 9 UE 62, Scuola infanzia Pastrengo, sezione lilla. Un premio speciale è andato al Nido Palmieri (UE 31) – sezione Papere e Delfini, “per l’accurata creatività espressa nel progetto presentato fuori concorso”. Dal lancio di #AmbienteaScuola nell’anno scolastico 2018-19 sono stati distribuiti nelle strutture scolastiche oltre 15.300 contenitori per la raccolta differenziata di plastica-metallo e carta-cartone. Il percorso ha coinvolto ad oggi complessivamente circa 200 istituti comprensivi (634 plessi) con 187 incontri formativi e informativi in ciascuna delle scuole coinvolte – sia per docenti ed educatori sia per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario – per illustrare la corretta gestione dei rifiuti e promuovere pratiche virtuose per contribuire ad attivare il processo di economia circolare. Infine, sono stati realizzati da bambini e ragazzi 878 progetti nei diversi contest creativi che si sono susseguiti in questi anni.