epa08387006 Signage inside a train of the municipal public transport company of Milan (ATM) indicate the pre-assigned positions of passengers in order to maintain social distancing, one of the measures to ease the restrictions of the crisis of the coronavirus emergency, in Milan, northern Italy, 27 April 2020. EPA/PAOLO SALMOIRAGO

“Stiamo riconvertendo il personale che in questo momento ha posizioni di operatività che sono state sospese, all’informazione e gestione sul campo di quelli che saranno i flussi”.

Lo ha spiegato il direttore generale di Atm, Arrigo Giana, in commissione consiliare del Comune riunita in video conferenza, parlando della gestione dei flussi dei passeggeri sui mezzi pubblici nella fase 2. L’ingresso sui mezzi saranno infatti contingentato a causa delle norme per contenere il contagio.

La regola della distanza di 1 metro da rispettare tra i passeggeri sui mezzi di trasporto pubblico, ha aggiunto Giana, “limita molto la capacità di carico del trasporto. Noi ci attestiamo, a seconda dei mezzi e facendo simulazioni, sul riuscire a garantire dal 25 al 30% della capacità rispetto a prima e questo rende davvero difficile la gestione del trasporto pubblico nelle modalità con cui le facevamo prima”. (ANSA).