Beccaria, preso un quarto evaso.

74
Disordini e incendi appiccati al interno del carcere minorile Beccaria dopo la fuga di alcuni detenuti avvenuta nel pomeriggio. Sono quattro gli agenti di Polizia penitenziaria portati in ospedale dopo essere rimasti intossicati. Polizia Di stato/vigli del fuoco e personale medico sul posto, Milano, 25 Dicembre, Andrea Fasani, Ansa

È stato catturato dai Carabinieri a Sesto San Giovanni uno dei sette detenuti evasi il giorno di Natale dal carcere Beccaria di Milano.

Si tratta di un giovane marocchino di 17 anni.

I militari sono intervenuti in Piazza Marinai d’Italia a seguito di una segnalazione da parte di un cittadino, arrivata direttamente alla centrale operativa dei Carabinieri di Sesto, per la presenza di un gruppo di ragazzi che si intrattenevano con musica ad alto volume.

Alla vista dei Carabinieri, alcuni giovani hanno tentato di fuggire, ma sono subito stati fermati dai militari. Identificati, si è scoperto che uno dei ragazzi era proprio uno degli evasi dall’Istituto penitenziario minorile. Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni, il 17enne verrà accompagnato nuovamente al Beccaria.

Intanto sette ragazzi, autori dei disordini scoppiati il giorno di Natale anche con degli incendi, sono stati trasferiti ieri. Due sono a Catania, gli altri a Bari, Catanzaro, Potenza, Palermo e Caltanissetta.

Il cappellano, don Claudio Burgio, ha rivelato oggi che c’è ancora “un po’ di tensione” all’interno dell’istituto, anche perché i giovani detenuti temono altri trasferimenti. (ANSA).