A Legnano la CRI diventa “green” in collaborazione con Actemium Italia.

68

Sarà Actemium Italia, brand del Gruppo VINCI Energies Italia, a realizzare i lavori di efficientamento tecnologico ed energetico della nuova sede della Croce Rossa Italiana, Comitato di Legnano. Lo storico Comitato, alla fine del 2021 concludeva il percorso con il Comune di Legnano per il Comodato d’uso della nuova sede in Via Ragazzi del 99, a gennaio di quest’anno, i primi interventi per la creazione della nuova sede che ospiterà i circa 700 Soci e 40 dipendenti che quotidianamente svolgono servizi per l’intera popolazione del territorio. Vi saranno anche due ambulatori infermieristici e uno sportello sociale che verranno messi a disposizione del territorio Legnanese.

 

I lavori, che partiranno a fine mese nella sede situata in Via Ragazzi del ’99, prevedono la realizzazione di: impianti elettrici, dati e diffusione sonora, controllo accessi, installazione pannelli fotovoltaici da 20kW con batteria di accumulo.

 

Il progetto consentirà di implementare soluzioni altamente innovative sia da un punto di vista tecnologico sia da un punto di vista ambientale. “Attraverso il sistema energy transition – racconta Paolo Carnelli, Project Manager Actemium Italia – con una produzione annua stimata in 23,12 Mwh sarà possibile abbattere 5,92 tonnellate di emissioni CO2 (pari a 272 alberi piantati). L’ingresso alla struttura sarà molto più veloce e fluido grazie anche al controllo accessi IpDoor che identifica l’utente a distanza e tramite tecnologia Bluetooth dello smartphone. Con IpDoor sarà, inoltre, possibile consegnare una chiave virtuale, come ad esempio un codice QR, una tessera o anche un codice, a utenti occasionali per un accesso autonomo. Agiremo su un’area di circa 950 metri quadrati, completamente priva di impianti. Gli interventi – conclude Carnelli – prevedono non solo la ristrutturazione di un magazzino oggi utilizzato per i mezzi, ma altresì la realizzazione, all’interno dello stesso immobile, di spazi per gli uffici, che necessitano quindi di allacci alla rete elettrica e di sistemi di telecomunicazioni”.