Milano Bovisa: al via la ristrutturazione di Superstudio Village. Entro la primavera 2025 gli 8 mila mq di Trafileria Lombarda diventeranno un distretto dedicato a eventi e produzioni pubblicitarie e cinematografiche

Superstudio Events, la società che offre spazi e servizi per grandi eventi a Milano nata all’interno di Superstudio, il progetto fondato da Flavio Lucchini e Gisella Borioli negli anni ‘80, scala la marcia e prosegue nel suo percorso di interventi di riqualificazione a Milano con un progetto da 13 milioni di euro che darà vita a Superstudio Village. La città, secondo uno studio promosso da Fondazione Fiera Milano e realizzato dall’Alta scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica di Milano, si è posizionata, nel 2022, terza in Europa per numero di eventi sopra i 1.000 partecipanti con un indotto sul territorio lombardo di circa 8 miliardi di euro.

I lavori riguardano, un complesso di tre edifici disposti su un’area di 8mila metri quadri totali, di cui 4 mila di spazi interni, sede in disuso della Trafileria Lombarda nei pressi del Parco la Goccia. L’immobile, acquisito da Superstudio Events nel 2022, nel 2023 è stato spazio di accoglienza per donne e bambini in fuga dalla guerra in Ucraina.

A condurre la riqualificazione, che, si prevede, sarà ultimata per aprile 2025 è CBRE Global Workplace Solutions Italia, divisione di business di CBRE Group, Inc., la più grande società al mondo di consulenza e di investimenti in Commercial Real Estate. L’intervento manterrà le architetture industriali originarie, con un innalzamento dei soffitti per portarli ad un’altezza di 15 metri (i più alti di Milano), e trasformerà  la ex Trafileria in uno spazio per produzioni ed eventi con standard di sostenibilità (grazie alla consulenza con OGB studio) e tecnologia tra i più elevati in Europa: LEED Platinum, che attesta il livello massimo di prestazioni per le costruzioni eco-compatibili, RESET AIR, basato sul monitoraggio continuo della qualità dell’aria interna dell’edificio e WiredScore Silver, che valuta la connettività degli edifici. Tre sale, una da 900 mq e due da 800 mq – che insieme arriveranno a ospitare fino a 3.000 persone – saranno dedicate a produzioni cinematografiche e pubblicitarie e all’event & live marketing di grandi brand internazionali e realtà del Made in Italy. Superstudio Village ospiterà inoltre un’area ristoro, un parcheggio da 100 posti auto, uffici di produzione di 385 mq e un magazzino interno di 400 mq.

Il nuovo polo per eventi si inserisce all’interno di un quartiere milanese, quello della Bovisa, in forte evoluzione. Per lungo tempo è stato un quartiere industriale e produttivo importante sul territorio, attivo nell’ambito chimico-farmaceutico e meccanico. La rigenerazione urbana di questa zona è iniziata negli anni Novanta grazie all’apertura del Passante Ferroviario, e continua oggi con l’arrivo della metropolitana leggera e con gli interventi avviati principalmente dal Politecnico di Milano, che ha costruito qui un intero campus, riconvertendo numerosi stabilimenti industriali e portando nuova vivacità al quartiere. Oggi l’area denominata “la Goccia” (ex centrale di produzione e stoccaggio del gas) è al centro di un ulteriore sviluppo grazie ai progetti non solo del Politecnico, che sta costruendo un Parco Scientifico Tecnologico sostenibile e un parco pubblico aperto a tutti, ma anche di realtà come Superstudio Events, che scommettono sul quartiere e portano così nuove attività creative e produttive in questa zona di Milano, contribuendo alla sua rigenerazione.

 

Ogni nostro intervento ha sempre avuto a cuore il recupero urbano, per questo acquistiamo strutture in disuso e non le abbattiamo, bensì le riconvertiamo in qualcosa di nuovo, moderno e sostenibile – afferma Tommaso Borioli, CEO di Superstudio Events. – Con Superstudio Village vogliamo far rivivere la struttura di via Pericle Negrotto, un complesso di capannoni dismessi che originariamente ospitava la Trafileria Lombarda e che si trova di fronte al Parco la Goccia, dove oggi svettano gli scheletri di vecchi gasometri e domani vi sarà un parco tecnologico affidato dal Politecnico all’architetto Renzo Piano. Si tratta di un progetto ambizioso, il più imponente mai sostenuto prima da Superstudio Events, che grazie ai nostri lavori di recupero e ad una progettazione degli spazi consapevole, realizzata da professionisti del mondo della produzione, porterà Superstudio Village a diventare un punto di riferimento per le realtà italiane ed internazionali, ma anche di favorire la nascita di un indotto concentrato nell’area di Bovisa, in sinergia con le altre istituzioni che stanno investendo in questo quartiere.

“La nostra missione è sviluppare il potenziale di ogni spazio in ogni settore, collaborando con i nostri clienti, esperti e partner per creare soluzioni immobiliari innovative. Come CBRE Global Workplace Solutions, siamo orgogliosi di essere stati scelti da Superstudio Events come Partner nella rigenerazione urbana di un’area di Milano con un grande potenziale. – Afferma Matt Cook, Amministratore Delegato CBRE GWS. – Per questo importante progetto che ci vede coinvolti in tutti gli aspetti costruttivi abbiamo dedicato un team multidisciplinare con una componente fortemente tecnica, attenzione prioritaria alla sicurezza e con competenze in ambito ESG. Sono certo che le forze messe in campo da CBRE GWS unitamente al gruppo di progettazione e Direzione dei Lavori, permetteranno a Superstudio Events di raggiungere i propri obiettivi.”

 

In corso anche la negoziazione per l’acquisizione di un immobile a Manhattan, New York con cui Superstudio Events darà avvio alle attività oltreoceano. Le due operazioni su Milano e New York seguono quella di riqualificazione del Superstudio Maxi, ex impresa siderurgica in via Moncucco. I 10.000 mq della struttura sono stati trasformati in uno spazio per grandi eventi attivo dal 2022 grazie ad un investimento di 6 milioni di euro. L’espansione e la crescita di Superstudio Events si inseriscono all’interno di un settore in continuo sviluppo: l’industria degli eventi genera ogni anno 65 miliardi, con un impatto sul PIL di oltre 36 miliardi l’anno (Live Communication Week tenutasi a fine novembre). Tra le singole tipologie di eventi, inoltre, in cima alla classifica ci sono quelli corporate: fiere (33,7%), eventi-lancio di prodotti e servizi (32,3%) e convention aziendali (26,5%).