Sicurezza sul lavoro, il segretario Uil Milano Lombardia Vizza incontra il sindaco Sala.

63

Il segretario generale Uil Milano Lombardia Enrico Vizza ha incontrato il sindaco di Milano Beppe Sala. Un incontro che è stato molto cordiale.

Ferme restando le iniziative Unitarie, è stato espresso al sindaco di Milano un percorso di confronto rispetto a quello che la Uil sta portando avanti e quello che in particolare Uil Milano Lombardia si sta impegnando a intraprendere.

Beppe Sala è il sindaco di una importante città come lo è Milano città metropolitana e nell’incontro avuto ha garantito che come primo cittadino coinvolgerà il Sindacato sui temi fondamentali della città, soprattutto sulla questione Sicu- rezza nei luoghi di lavoro, ma anche sulle questioni più in generale sociali, facendo da tramite anche per altri territori della Lombardia come spiega lo stesso segretario Vizza

<<Il sindaco Sala ha confermato che sulla sicurezza è davvero infinitamente colpito da quello che sta succedendo e che intende mettere il problema come priorità del comune coinvolgendo le organizzazioni sindacali e individuando insieme alcuni temi oltre a impegnare nel coinvolgimento anche il mondo dell’imprenditoria proprio perché quanto sta succe- dendo non è qualcosa di “normale”.

Proprio con lui avevamo costruito un percorso che ha dato zero morti sul lavoro con l’ evento Expo. E’ vero che Expo era un sito, ma noi dobbiamo fare in modo che lo stesso modello possa essere esportato. Non possiamo accettare che ci siano 1200 morti l’anno. Per questo è necessario fare un percorso comune che dia delle risposte vere e concrete come chiedono il Capo dello Stato e Papa Francesco.

Sicuramente, poi, l’impegno comune dovrà affrontare le disuguaglianze e tutto ciò che rappresenta situazioni sociali in difficoltà che, purtroppo, coinvolge Milano come il resto del paese.

Noi come Uil, peraltro, stiamo portando avanti proprio un impegno diretto verso questo aspetto così come è stato riba- dito durante tutta la nostra campagna congressuale.

Il tutto senza mai dimenticare quanto la città debba essere legata agli altri territori creando sinergia su una serie di soluzioni che vedano come protagonista il tema della disuguaglianza sociale. Temi che a maggior ragione in questo momento, ma anche nei prossimi mesi, possono trasformarsi da problemi sociali in bombe socialiI Sindaci dei comuni sono i primi a percepire situazioni di difficoltà delle famiglie, sul lavoro, sui servizi nelle città.

La politica è lontana dai veri problemi delle Persone; precariato, emergenze economiche, bollette energetiche. Va rafforzato il rapporto sindaco e corpi sociali intermedi. E su questo io ho piena fiducia in Sala>>.