Sala: crisi ha colpito donne più di tutti, dobbiamo intervenire.

0
222
Il sindaco di Milano Giuseppe Sala al teatro Leonardo in occasione dell'incontro pubblico "Piazza Grande" a sostegno della candidatura a segretario del Pd di Nicola Zingaretti, Milano, 12 gennaio 2019. ANSA / MATTEO BAZZI
Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%

“Milano ha l’obbligo di fare sempre meglio per alleggerire le donne dal loro carico familiare, potenziando i servizi e presidiando i territori per aiutare le famiglie”.

Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala, in un video messaggio trasmesso nel corso del convegno in streaming ‘Milano per le donne’ organizzato nell’ambito dei Talenti delle Donne in occasione della Giornata Internazionale delle donne. Il sindaco ha sottolineato che “a oltre un anno di distanza, quando ormai la situazione assume i contorni di una crisi economica, appare sempre più evidente come siano le donne a pagarne sempre maggiormente le conseguenze a livello occupazionale. Con la crisi sono venute a galla ancora più disuguaglianze. Non possiamo più ignorare che ancora le donne, e anche le donne milanesi, scontano un sovraccarico di lavoro di cura e come questo spesso le costringa a pagare prezzi alti. Anche di benessere sociale. Abbandonano il lavoro dopo la nascita dei figli oppure scelgono di non farlo e questo porta ad altri problemi tra cui il calo della natalità e delle conseguenze che ne derivano in una città come la nostra”. “Milano fino a marzo 2020 era una città attrattiva da tanti punti di vista: tra le sue peculiarità rispetto al resto del paese c’era l’occupazione femminile a cui la città deve tanto del suo benessere. Le donne milanesi sono professioniste, giornaliste, stiliste, avvocate, giudici, procuratrici, docenti universitari. Ma sono anche massicciamente impiegate nel turismo, nella ristorazione, in tutti quei settori che sono stati penalizzati dalle misure restrittive necessarie per combattere la pandemia. In più succede spesso che le donne accettino lavori precari o part-time per poterli conciliare meglio con le esigenze familiari”, ha aggiunto il sindaco.

“Dall’insediamento del mio mandato è stato chiaro fin da subito come non fosse sufficiente intervenire solo in aiuto delle donne più fragili ma che fosse necessario impegnarsi contemporaneamente su vari fronti: ci sono certamente le donne più fragili, ma ci sono anche quelle vittime di violenza domestica, donne immigrate, con disabilità, donne di credo e orientamento sessuale differente. Credo che per amministrare Milano bisogna avere uno sguardo di insieme che tenti di ricomporre tutto questo”, ha proseguito Sala. “Ci stiamo provando e ci proveremo ancora: il bilancio di genere che ci apprestiamo a varare per la prima volta, il sostegno ai centri anti violenza e alle case di rifugio, la creazione per ogni municipio di un centro anti violenza, le tante iniziative culturali messe in campo rappresentano alcuni dei tentativi”, ha concluso il sindaco.(MiaNews)

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here