Coronavirus, Ats si preparano per i tamponi a chi rientra dall’estero. Non ci sarà obbligo idi isolamento.

0
363
Increased operations at Linate airport, northern Italy, with the return of flights that had been diverted to Malpensa airport due to the Covid-19 emergency, 01 August 2020. There are now 119 daily flights at Linate airport. ANSA/ ANDREA CANALI
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

Le Ats (ex Asl) della Lombardia si stanno attrezzando per eseguire i tamponi ai lombardi che rientrano o i turisti che arrivano da Malta, Grecia, Spagna e Croazia.

Tutti devono segnalarsi: lo si può fare telefonando al 116 117 – che ha ricevuto moltissime chiamate – oppure informando, anche online, i dipartimenti della Ats in modo che entro 48 ore gli venga fatto il tampone.

Per questo ad esempio l’Atts Bergamo Ovest ha messo a disposizione gli spazi per fare i tamponi (con la possibilità di prenotarsi da questa sera all’indirizzo https://prenota.zerocoda.it/ ): saranno eseguiti nel tendone sito di fronte all’Ospedale di Treviglio-Caravaggio.

L’Ats Insubria invece spiega che Il rientro deve essere comunicato al Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, compilando il modulo, presente nella pagina dedicata del suo sito. Il documento dovrà essere inviato all’indirizzo mail: rientro.estero@ats-insubria.it.

Informazioni e aggiornamenti, spiegano dall’Azienda che ha competenza fra una zona che include Varese e Como, si possono avere al numero verde 800 769622 attivo dalle 9 alle 17 anche nei giorni di sabato 15 e domenica 16 agosto. (ANSA).

“Nessun isolamento fiduciario per chi rientra da Spagna, Croazia, Grecia e Malta”: lo precisano il presidente della Lombardia Attilio Fontana e l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. Nessuna quarantena dunque ma “l’adozione rigorosa delle misure igienico sanitarie” come l’uso sempre della mascherina e la “limitazione allo stretto necessario degli spostamenti”.

“L’introduzione di tali modalità – spiegano in una nota – deriva dal fatto che la situazione dei contagi in Lombardia è tutt’ora sotto controllo e in considerazione dell’imminente inizio delle attività lavorative per chi rientra dalle vacanze.

Resta inteso che in presenza di sintomi è opportuno contattare con urgenza il proprio medico di base”, così come resta comunque in vigore, per chi proviene da Spagna, Croazia, Grecia e Malta, l’obbligo della segnalazione del proprio ingresso nel territorio italiano al Dipartimento di Prevenzione dell’ATS (l’ex Asl) competente in base al proprio domicilio. Devono fare seguito o la presentazione dell’esito del tampone effettuato nelle 72 ore antecedenti il rientro in Italia oppure l’effettuazione di un nuovo test molecolare naso faringeo entro 48 dall’arrivo a casa.(ANSA).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here