Inter’s Ivan Perisic scores the goal during the Italian Serie A soccer match Udinese Calcio vs FC Internazionale at the Friuli - Dacia Arena stadium in Udine, Italy, 1 May 2022. ANSA/GABRIELE MENIS

Grazie alle reti di Perisic e Lautaro Martinez l’Inter risponde al Milan e resta in corsa per lo scudetto.

Dopo il successo dei rossoneri a San Siro con la Fiorentina, la squadra di Simone Inzaghi si impone 2-1 (2-0) in casa dell’Udinese e resta a -2 dal Milan.

Al 12′ Perisic colpisce di testa e spiazza Silvestri. Al 38′ rigore per l’Inter, al dischetto va Lautaro che colpisce il palo ma poi ribatte di testa e regala il raddoppio ai nerazzurri. Al 6′ della ripresa Dzeko spreca l’occasione per il 3-0, e al 28′ l’Udinese prova a rientrare in partita accorciando con Pussetto. (ANSA).

Il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di DAZN dopo il successo per 2-1 sull’Udinese: “È stata una grande prova di carattere, personalità, contro una squadra che ad aprile è stata la migliore dopo di noi. Una squadra in ottima salute con giocatori di qualità ma di fronte ha trovato un’Inter che non voleva mollare”.

Subentra un po’ di paura a questa squadra quando subisce gol?

“Sul 2-0 abbiamo preso quel gol di Pussetto che ci ha fatto abbassare leggermente, ma la squadra è rimasta in partita senza rischiare nulla. Ora mancano tre partite più la finale di Coppa Italia, i ragazzi sono in forma”.

Può incidere il fatto di giocare prima o dopo il Milan?

“No perchè siamo abituati. Io ero molto concentrato sulla mia gara e i miei giocatori hanno dimostrato di esserci. Dobbiamo essere concentrati ragionando partita per partita sapendo che prima della finale di Coppa Italia abbiamo una partita importantissima a San Siro davanti ai nostri tifosi”.