E’ morto all’ospedale di Varese, dov’era ricoverato da venerdì per un aneurisma cerebrale, Andrea Rinaldi, centrocampista di 19 anni, cresciuto calcisticamente nell’Atalanta ma ceduto due anni fa al Legnano. Venerdì era stato colpito da un’aneurisma nella sua casa di Cermenate (Como). Il suo procuratore Marco Montesarchio ha pubblicato un post di cordoglio.

“Tristezza e incredulità. Oltre che, ovviamente, un enorme dispiacere. Non ci sono parole per
commentare la morte di Andrea Rinaldi, 19enne calciatore lombardo, volato in cielo per un malore improvviso”.

Lo scrive sulla sua pagina Facebook il presidente della Regione Lombardia.
“Alla sua famiglia e ai suoi cari – conclude Fontana – le più sentite condoglianze e la vicinanza della Regione e di tutti i lombardi”.