Un concerto per ricordare la musica di TEREZIN: sabato 17 ottobre al Conservatorio Verdi.

0
272

Per il primo anno, il Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano, già sede delle celebrazioni per il Giorno della Memoria, prende parte al Progetto TEREZIN 17/10: ancora i temi della memoria certamente, ma declinati in senso più strettamente artistico.

 

Con TEREZIN 17/10 si intende, infatti, fare memoria dell’azione, scellerata, di cancellazione dell’arte, perpetrata dalla follia nazista, che dell’arte di serve per scopi propagandistici, ma l’arte cancella al suo primo tentativo di farsi espressione di idealità o libertà.

 

Il Conservatorio di Milano è l’ultimo partner, in termini di tempo, del progetto TEREZIN 17/10, che dal 2015 coinvolge diverse istituzioni dell’arte e della cultura, ma non solo.

 

In questo 2020, insieme al Conservatorio di Milano, danno vita al progetto: la Casa della Musica di Como e A due voci, nel ruolo di coordinatori del progetto stesso in collaborazione con l’Associazione Figli della Shoah, i Conservatori di Adria, Bologna e Cesena, il Festival “Viktor Ullmann” di Trieste, gli Amici della Musica di Ancona, oltre al Museo Ebraico e alla Comunità Ebraica di Bologna, all’ANPI e all’Associazione Nazionale Ex Deportati nei Campi Nazisti.

 

La partecipazione delle istituzioni artistico-musicali, di cui all’elenco sopra riportato, si concretizza, come vedremo di seguito, nell’organizzazione di una serie di eventi musicali diversi nella giornata di sabato 17 e di domenica 18 ottobre.

 

Per il calendario di tutti gli appuntamenti si rimanda alla locandina allegata.

 

 

Il concerto al Conservatorio di Milano

 

L’appuntamento al Conservatorio di Milano per TEREZIN 17/10 è fissato per le ore 19.00 di sabato 17 ottobre, come da programma seguente.

 

Sabato 17 ottobre

Sala Puccini ore 19.00

 

Intervento introduttivo di Cristina Frosini

Direttore del Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano

 

Introduzione ai brani in programma di Filippo Avesani

 

Leone Sinigaglia (1868-1944)

Da: Vecchie canzoni popolari del Piemonte per voce e pianoforte

Il grillo e la formica

Verdolin, verdolinetto

L’aria del Molino

I falciatori

Elsa Biscari mezzosoprano

Denis Malakhov pianoforte

 

Leone Sinigaglia

Zwei Charakterstücke:

Regenlied

Étude-Caprice

Davide Scalese Civati violino

Niccolò Perego violino

Matilde Simionato viola

Alessandro Sannazzaro violoncello

 

Mario Castelnuovo-Tedesco (1895-1968)

Da Divan of Moshè Ibn-Ezra per soprano e chitarra:

When the morning of life had passed

The dove that nests in the tree-top

Wrung with anguish

Epilogue – Wouldst thou look upon me in my grave?

Nicoletta Zappa soprano

Davide De Pedro chitarra

 

Leone Sinigaglia

Da Vecchie canzoni popolari del Piemonte per due voci e quartetto d’archi:

La pastora fedele

Il cacciatore del bosco

Nicoletta Zappa soprano

Elsa Biscari mezzosoprano

Davide Scalese Civati violino

Niccolò Perego violino

Matilde Simionato viola

Alessandro Sannazzaro violoncello

 

Ingresso al concerto in Sala Puccini libero

previa prenotazione in sede il giorno stesso del concerto

a partire dalle ore 17.00

fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

Il concerto sarà altresì trasmesso in diretta streaming

sulla pagina-evento

https://www.facebook.com/events/2106292782828388/

dalla quale sarà possibile seguire

anche tutti gli altri appuntamenti programmati per il 17 ottobre

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here