Musica al Tempio, Diego Petrella sabato 28 al Tempio Valdese.

95

IX      S t a g i o n e             d i        C o n c e r t i          2 0 2 1          –       2 0 2 2

 

Sabato 28/05/2022 ore 20:30 al Tempio Valdese di Milano

Recital pianistico di Diego Petrella

Musiche di Schumann e Brahms

 

PROGRAMMA

Nikolaj Medtner

Sonata op. 5 n. 1

 

Robert Schumann

Arabeske op. 18

 

Johannes Brahms

Variazioni su tema di Schumann op. 9

 

Diego Petrella (classe 1995) giovane e pieno di talento è il protagonista del penultimo appuntamento della IX edizione di  Musica al Tempio.

È vincitore della Categoria B strumenti a tastiera e a percussione della terza (2017) e della quinta (2019) edizione del Premio del Conservatorio di Milano. Nel 2019 si aggiudica anche il titolo di Vincitore assoluto dello stesso Premio.

­­________________________________________

La nona stagione di Musica al Tempio (quindici concerti da ottobre 2021 a giugno 2022), ideata da Mimma Guastoni,   organizzata dall’ Associazione Musica al Tempio e sostenuta con i Fondi dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese, riconferma i principi cardine dell’Associazione: la valorizzazione di nuovi talenti, l’attenzione rivolta ai repertori rari, la condivisione, l’approfondimento del grande repertorio e la formazione.

Tutti gli eventi si svolgono di sabato alle 20.30 e hanno come sede il Tempio Valdese di Milano, in via Francesco Sforza 12/A. info@musicaaltempio.it

L’ingresso è a offerta libera. Tutti i concerti hanno luogo nel rispetto delle normative anti COVID19.

 

Diego Petrella, nato a Bologna, intraprende lo studio del violino all’età di sette anni, proseguendolo al Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano. Nel 2012, incoraggiato dall’incontro con il maestro Michele Fedrigotti, lascia lo studio del violino per dedicarsi al pianoforte. Dall’anno successivo prosegue la sua formazione sotto la guida di Cristina Frosini al Conservatorio di Milano.

Nel 2014 vince la borsa di studio “Lina Bodini Mazza” indetto dall’Istituto milanese e la XXIV edizione Nazionale del Concorso di Esecuzione Musicale per studenti degli Istituti di Alta Formazione Musicale indetto dalla Società Umanitaria.

L’anno successivo ottiene il terzo premio al XXV Concorso di Esecuzione musicale Quarta Edizione Internazionale della Società Umanitaria.

Nell’autunno 2015 esegue il Primo concerto per pianoforte e orchestra di Rachmaninov diretto dal Maestro Daniele Rustioni con l’orchestra del Conservatorio di Milano.

Nel 2016 è invitato a suonare alla Maison Natale Debussy a Parigi e l’anno successivo vince il Primo Premio della categoria B alla terza edizione del Premio del Conservatorio di Milano.

Nello stesso periodo comincia un percorso di ricerca sulla musica di Sylvano Bussotti, che lo porta a collaborare l’anno seguente con mdi ensemble alla incisione della musica per il suo RARA (film), la cui pubblicazione è curata dalla Cineteca di Bologna. Le sue apprezzate performance di multiforme pianismo bussottiano lo vedono quindi, in diverse occasioni milanesi, interprete della irriverente musica del compositore.

È vincitore della Categoria B strumenti a tastiera e a percussione della terza (2017) e della quinta (2019) edizione del Premio del Conservatorio di Milano. Nel 2019 si aggiudica anche il titolo di Vincitore assoluto dello stesso Premio.