Ztl Isola, Confcommercio e opposizione contro Comune e Mun 9.

48

“Ci fa molto piacere che il Comune abbia accolto l’indirizzo del Municipio 9 sulla ztl a Isola, anche inserendo proposte migliorative che avevamo avanzato alcuni mesi fa. Siamo andati incontro ai residenti che la sera si sentivano invasi dalle macchine e dal parcheggio selvaggio praticato su ogni centimetro disponibile”.

Lo ha detto la presidente del Municipio 9, Anita Pirovano, interpellata da MiaNews sull’approvazione da parte della Giunta comunale dell’istituzione della ZTL nel quartiere Isola e la contestuale pedonalizzazione di via Borsieri, tra via Porro Lambertenghi e piazzale Segrino. “Siamo convinti che la ztl possa essere un miglioramento per tutti gli attori della zona e un’occasione di arricchimento per un quartiere già molto attrattivo dove convivono residenti, commercianti e chi cerca divertimento”, ha sottolineato Pirovano. Riguardo le preoccupazioni di alcuni commercianti, ha commentato: “non solo le rispetto, le comprendo. Ci vorrà un po’ di tempo ad abituarsi ma non ricordo né in Italia né altrove esempi di ztl che non hanno reso più appetibili i quartieri dove venivano inserite, a partire dal centro di Milano. Anche allora si pensava che non consentire l’accesso alle auto significasse disertificare una via, ma non è stato così”. “Non sappiamo ancora in che data entrerà in vigore”, ha concluso, rispondendo alla domanda sulle tempistiche di attivazione della ztl.

“Confermiamo tutte le sue perplessità sulla ZTL Isola il cui progetto è stato approvato dalla Giunta comunale milanese ‘…seguendo le indicazioni arrivate dal Municipio 9 dopo il confronto con residenti e commercianti’, come si legge nella nota di Palazzo Marino. Ma gli imprenditori del quartiere Isola si erano espressi chiaramente con una raccolta di firme che non lasciava spazio a interpretazioni: 113 adesioni, per oltre il 76% pubblici esercizi, contrari a una Ztl comunque grande e impattante. Le attività del quartiere, con la Ztl seppur modificata, rischiano semplicemente di essere ‘isolate’ nell’Isola. Con il risultato di gravi danni per un’area vivace e attrattiva”. Così Confcommercio Milano con Epam, l’Associazione dei pubblici esercizi.

“La ZTL nel quartiere Isola, istituita contro il parere dei commercianti e senza coinvolgere e ascoltare loro e i cittadini nel percorso, dimostra ancora una volta quanto dalle parti di Palazzo Marino e del Municipio 9 siano scollegati dalla realtà. Anche perché è una decisione molto impattante e che rischia di causare importanti danni economici ai pubblici esercizi della zona”. Lo dichiarano Stefano Bolognini, commissario Provinciale di Milano della Lega e Deborah Giovanati, vicecapogruppo della Lega a Palazzo Marino.

“Si tratta – proseguono Bolognini e Giovanati – di un provvedimento molto discutibile sia nel merito, che nel metodo. Nel concreto, un’isola pedonale così ampia non può che impattare in maniera negativa sui cittadini e sugli esercizi commerciali della zona, oltre ad avere effetti distorsivi verso tutte quelle attività adiacenti l’area della ZTL. Inoltre, ancora una volta e alla faccia del tanto sbandierato ‘coinvolgimento’, non si sono voluti ascoltare né i cittadini, né i commercianti della zona, i quali si erano espressi in maniera contraria all’idea con una raccolta firme a cui avevano aderito il 76% di loro. Una percentuale che non dava adito a dubbi e che è stata bellamente ignorata dal Municipio 9 e da Palazzo Marino. Come Lega – concludono –, siamo senza alcun dubbio dalla parte dei commercianti della zona e condividiamo con loro le numerose perplessità sulla ZTL nel quartiere, che farà sicuramente contenta Greta Thunberg, ma di certo non chi lì abita e lavora”.(MiaNews)