Zanardi, notte tranquilla al San Raffaele.

889

E’ trascorsa tranquilla la prima notte di Alex Zanardi nel reparto di terapia intensiva neurochirurgica dell’Ospedale San Raffaele di Milano, dove è stato trasferito ieri da una clinica di riabilitazione lecchese perché le sue condizioni erano diventate instabili.

Come fanno sapere dal San Raffaele, proseguono gli accertamenti diagnostici iniziati ieri per inquadrare le condizioni cliniche del campione paralimpico, nonché l’implementazione del piano terapeutico per sistemare gli squilibri fisiologici per cui è stato trasferito.

Al fianco di Zanardi, operato tre volte alla testa a Siena dopo il grave incidente del 19 giugno, in ospedale questa mattina c’è la moglie Daniela. (ANSA).

Non sono previsti per oggi bollettini medici sulle condizioni di Alex Zanardi, trasferito ieri nel reparto di terapia intensiva neurochirurgica dell’Ospedale San Raffaele di Milano.

Lo fa sapere l’ufficio comunicazione dell’ospedale, dove il campione paralimpico, operato tre volte alla testa a Siena dopo il drammatico incidente del 19 giugno in handbike, è stato trasferito ieri dal centro di neuro-riabilitazione lecchese Villa Beretta perché le sue condizioni cliniche non erano più stabilizzate.

Una scelta, a quanto si apprende, dovuta anche al fatto che fra giovedì e ieri si è manifestata un po’ di febbre. Almeno fino a ieri sera non risulta sia stata necessaria l’intubazione per Zanardi.