Il presidio di protesta per l'uccisione di Youns El Boussettaoui, commesso dall'assessore comunale alla Sicurezza Massimo Adriatici, Voghera (Pavia), 24 luglio 2021. Sono alcune centinaia, in gran parte di origini arabe, le persone riunitesi davanti al luogo dell'omicidio. Vogliamo giustizia", scandiscono i manifestanti che accusano Adriatici di essere un "assassino". ANSA/PAOLO TORRES
Realizza un sito web ecommerce di successo - Kynetic web agency a Salerno e Milano

I legali di Massimo Adriatici, ai domiciliari per l’uccisione di Younes El Bossettaoui, morto per un colpo di pistola martedì scorso a Voghera, faranno ricorso al Tribunale del Riesame per ottenere la revoca dei domiciliari a carico dell’assessore alla Sicurezza leghista che si è autosospeso.

Secondo l’avvocato Gabriele Pipicelli, “non sussiste in alcun modo il pericolo di reiterazione del reato” in base al quale il gip ha confermato i domiciliari disposti dal pm.

Secondo il gip di Pavia Maria Cristina Lapi, l’assessore alla Sicurezza di Voghera, Massimo Adriatici, che martedì sera durante una colluttazione ha ucciso con un colpo di pistola il marocchino Youns El Bossettaoui, deve rimanere ai domiciliari in quanto necessaria una “misura che limiti provvisoriamente ma fortemente la libertà di circolazione in capo a un soggetto che, per sua stessa ammissione, ha dichiarato di non essere in grado di gestirla (una situazione come quella, ndr) senza gravissimi rischi per la collettività”.

Funshopping.it crea la tua vetrina gratis per vendere on line - acquista migliaia di prodotti con sconti fino al 70%
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni