Nigeriana trovata morta a Rho, arrestato ghanese per omicidio.

696
I controlli dei carabinieri

I Carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di Custodia Cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Milano, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un 34enne di origine ghanese, regolare sul territorio nazionale, ritenuto responsabile di omicidio volontario e furto nei confronti della 25enne nigeriana Blessing Tunde, trovata morta il 12 maggio scorso, in una zona boschiva del comune di Rho (MI).

Il provvedimento – spiegano i carabinieri – scaturisce dagli esiti delle complesse attività tecniche di intercettazione e di analisi dei sistemi di videosorveglianza della zona condotte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Milano, che hanno consentito di ricostruire l’accaduto e di stabilire come la morte sia avvenuta nel primo pomeriggio del 3 maggio, nel luogo in cui la vittima è stata successivamente rinvenuta.

L’uomo, che non si rassegnava alla fine della relazione sentimentale con la vittima durata tre mesi ed interrotta il mese precedente, aveva raggiunto la donna sul luogo del delitto, per poi abbandonarla esanime ai margini di una radura dopo aver asportato il denaro contante che la stessa aveva con sé e due cellulari, che aveva poi portato egli stesso a Novara, dove la giovane abitava.(MiaNews)