Il Ministro Bonafede al Presepe Vivente di Avola.

0
645

Grande successo per il Presepe Vivente di Cavagrande ad Avola Antica giunto al terzo appuntamento della XXVI Edizione, organizzato dall’ Associazione Turistico Socio Culturale Cava Grande e dallo staff Ristorante Cavagrande ‘Ra Za Gina’. Numerosi gli ospiti intervenuti tra cui il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e il noto attore Giuseppe Zeno con la moglie attrice Margareth Madè, partecipando con grande interesse all’evento che riporta alla luce le antiche tradizioni. Tutto si è svolto ad Avola Antica in provincia di Siracusa proprio nel cuore della Rinomata Riserva Orientata del Cassibile, dove continua una delle manifestazioni più longeve della Sicilia.

Tradizione, storia e sapori: questi gli ingredienti fondamentali della XXVI Edizione del Presepe Vivente che si è svolto nel pittoresco e suggestivo piazzale adiacente alla meravigliosa ‘terrazza’ che si affaccia proprio sui Laghetti di Cavagrande del Cassibile. Un susseguirsi di emozioni per oltre sessanta interpreti che hanno animato le varie botteghe di antiche arti e mestieri – come la lavandaia, il fabbro, il falegname, il massaro, le ricamatrici, ecc.. allestite all’interno delle caratteristiche casette realizzate in legno e in pietra, che si snodano lungo il percorso che attraversano l’intero borgo ricreato a dovere, fino a giungere alla grotta della Natività. Quattro gli appuntamenti previsti tra cui tre già svolti nelle date 25, 26 dicembre 2018 e del 1 gennaio 2019, per finire l’ultima che si terrà il 6 di Gennaio dalle ore 16.00 alle 20.00, con la tradizionale sfilata dei re Magi. Un atmosfera unica, con diverse “postazioni” realizzate nelle case storiche del luogo, allestite con bellissimi e realistici ornamenti e vari personaggi del presepe in costume mentre svolgono le proprie attività e i lavori tradizionali di una volta, facendo rivivere, nel contempo, caratteristiche scene di vita realistica.  Il Presepe Vivente di Cavagrande, prevede “un percorso” dove è possibile attraversare i luoghi allestiti scoprendo di volta in volta le varie scene di vita quotidiana di quel tempo.  Un viaggio nel passato, con visitatori inebriati dalle intense fragranze e dai mille profumi che avvolgono l’ambiente del Presepe.  Numerose le presenze registrate dei visitatori accorsi da tutta la Sicilia, dalle varie regioni d’ Italia e anche dall’estero. Un successo che si rinnova negli anni, che testimonia e gratifica tutti coloro che nel tempo, hanno contribuito a realizzare in primis un vero e proprio laboratorio urbano di recupero delle antiche tradizioni, “sapere e sapori”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here