Green e inclusione parole d’ordine dei progetti selezionati da Bicocca Università del Crowdfunding.

342

Riciclare la plastica per ricavarne materiali in grado di catturare l’anidride carbonica prodotta dagli scarichi industriali; utilizzare la tecnologia blockchain per tracciare il materiale utilizzato nelle centrali a biomassa e rendere più trasparente l’intera filiera; educare i ragazzi, attraverso il gioco, a confrontarsi con le problematiche dell’ambiente. E ancora: fare di uno spazio condiviso la sede di un servizio di doposcuola non convenzionale.

Green e inclusione sono le parole d’ordine delle quattro proposte selezionate nell’ambito della quarta call di BiUniCrowd, il programma di finanza alternativa dell’Università di Milano-Bicocca che promuove lo sviluppo di progetti innovativi e idee imprenditoriali presentati da studenti, ex studenti, docenti, ricercatori, dottorandi e dipendenti dell’Ateneo attraverso campagne di raccolta fondi sulla piattaforma Produzioni dal Basso, prima piattaforma di crowdfunding e social innovation.

Il progetto Pore Up, partendo da polistirene di riciclo, punta a realizzare materiali nano-porosi attraverso processi innovativi a basso dispendio energetico e a valutarne la potenzialità nei processi di cattura e rimozione della CO2 da scarichi industriali. L’idea è stata sposata dal Consorzio Corepla, partner storico di BiUniCrowd, che ne cofinanzierà la realizzazione.

È denominato TRUCIOLO – Energia eco-sostenibile dagli alberi il progetto che sarà sostenuto da Sorgenia. L’obiettivo è tracciare la provenienza del materiale legnoso destinato alle centrali a biomassa, utilizzando la blockchain con lo scopo di mettere a disposizione di tutta la filiera informazioni certe, verificabili e inalterabili.

L’escape room diventa occasione non solo di divertimento, ma anche di conoscenza delle tematiche legate alla sostenibilità nella versione The Green Escape. Cofinanziato dalla Fondazione Comunitaria Nord Milano, il progetto si basa sull’apprendimento attraverso il gioco ed è rivolto in particolare a bambini e ragazzi tra i 9 e i 12 anni. L’esperienza in The Green Escape, infatti, accrescerà nei giovani la consapevolezza su problematiche urgenti e reali come la crisi climatica.

Riscoprire il valore del “cortile”, uno spazio urbano diffuso nella zona di San Siro a Milano, che diventa il luogo ideale per un servizio di doposcuola pensato in maniera non convenzionale. Grazie all’’ABC del quartiere – doposcuola street-style, destinato a bambini e ragazzi tra i 5 e i 14 anni e alle loro famiglie – e al sostegno di Fondazione di Comunità Milano, il cortile si trasforma in occasione di aggregazione e laboratorio di socialità.

A proporre i progetti selezionati sono stati i team guidati da un docente, un assegnista di ricerca e due ex studenti di Milano-Bicocca. Nelle prossime settimane i vincitori affronteranno una fase di formazione finalizzata al setup e alla gestione di un’efficace campagna di crowdfunding. Il programma di training realizzato con l’apporto di Produzioni dal Basso è stato ampliato quest’anno grazie alla partnership stretta da BiUniCrowd con Street Is Culture, associazione sportiva dilettantistica che promuove la cultura Street attraverso varie discipline. In particolare, gli istruttori di Street Is Culture cureranno un modulo dedicato al Team Building attraverso il parkour, un’attività che consente di mettere in gioco le proprie abilità nell’affrontare anche dei semplici ostacoli. I componenti di ciascun team, quindi, saranno “allenati” al lavoro di squadra, utile sia nella gestione del crowdfunding che nella fase successiva di sviluppo del progetto. Teatro di questa attività di formazione sarà il Campus Bicocca.

In primavera partiranno le campagne di crowdfunding, ciascuna delle quali durerà 60 giorni. Ogni progetto avrà un obiettivo di raccolta massimo di 10mila euro. Al raggiungimento di almeno il 50% dell’obiettivo, il restante 50% sarà co-finanziato dalla fondazione o dall’azienda partner del progetto.

Il programma Bicocca Università del Crowdfunding è indicato dall’Unione Europea come esempio tra le best practices di valorizzazione della conoscenza e pubblicato sulla piattaforma dedicata. Ora ha ottenuto un ulteriore riconoscimento: è stato, infatti, selezionato per essere presentato nell’ambito della EU Knowledge Valorisation Week 2022 che si terrà a fine marzo.

«La qualità e il potenziale impatto sociale dei progetti selezionati testimoniano il grande interesse verso una iniziativa che continua a stimolare la creatività e intraprendenza della nostra comunità – spiega il professor Salvatore Torrisi, prorettore alla Valorizzazione della ricerca di Milano-Bicocca – Il recente inserimento di Bicocca Università del Crowdfunding tra le best practice nella Knowledge Valorisation Platform della Commissione Europea conferma la rilevanza di questa iniziativa».

Per maggiori informazioni: https://www.produzionidalbasso.com/network/di/bicocca-universita-del-crowdfunding#bicocca-universita-del-crowdfunding-initiative