La Goletta dei Laghi si appresta a solcare le acque del lago di Garda. Da domenica 10 a mercoledì 14 luglio l’equipaggio della campagna di monitoraggio delle acque promossa da Legambiente sarà impegnato sul Benaco e i risultati dei campionamenti effettuati dai tecnici e analizzati in laboratorio saranno presentati mercoledì 14 alle ore 11 davanti palazzo del Turismo di Desenzano del Garda.

Si inizia sabato 10 luglio con il convegno “Acque dolci. Cosa c’è sotto? Ricchezza e fragilità delle acque interne italiane” dalle 9.30 presso la biblioteca comunale di Toscolano Maderno, promosso dal Circolo Legambiente per il Garda di Sirmione in collaborazione con WWF Brescia-Bergamo, Slowfood, Associazione Italiana Ittiologi Acque Dolci nell’ambito dei Lake Days del progetto europeo Life Blue Lakes e con il patrocinio del Comune di Toscolano Maderno. Un incontro per discutere di perdita di biodiversità del lago, tutela della fauna ittica autoctona e azioni volte a ripopolare l’ecosistema. Nell’area dell’Alto Garda Bresciano è in corso un programma regionale di diffusione ai laghi lombardi delle pratiche di tutela già realizzate lungo il tratto terminale del fiume Toscolano con il progetto L.a.cust.r.e., nel corso del quale si è dimostrata la produttività di un approccio ecologicamente orientato al tema dei ripopolamenti, promosso in primis dai pescatori in collaborazione con diversi enti territoriali.

La campagna di Legambiente è anche occasione per sottolineare le problematiche dei territori e delle comunità locali. Il tema della tutela del delicato equilibrio dell’ecosistema lacuale è al centro della mobilitazione organizzata per domenica 11 alle ore 11 a Manerba in località Bus de la Paul. «In gran parte del lago i canneti, con tutta la loro biodiversità, sono a rischio. In primavera, durante il periodo di nidificazione degli anatidi il Comune di Manerba aveva organizzato un intervento di manutenzione nella zona umida detta “bus de la Paul” all’interno della riserva naturale della Rocca di Manerba, che è stata condotto mezzi con mezzi inappropriati che hanno provocato ingenti danni al canneto e alla vegetazione, che era stata negli anni anche integrata e arricchita da ERSAF – Cristina Milani, presidente del Circolo Legambiente per il Garda – Sempre nell’ottica di salvaguardare l’ambiente riteniamo che la navigazione con mezzi a motore debba essere interdetta, ma le boe sono state strappate e attorno all’Isola dei conigli, dove dovrebbe essere vietato l’approdo, si è creata una situazione che ricorda più un parcheggio che un parco naturalistico». La manifestazione proseguirà con una passeggiata nel parco fino alla chiesetta di San Giorgio, in zona ombreggiata, alla scoperta delle bellezze naturalistiche del luogo.

Fari puntati anche sul consumo di suolo. Il circolo Legambiente per il Garda organizza un flashmob di protesta per lunedì 12 per tenere alta l’attenzione sul progetto di edificazione residenziale e commerciale di dell’area a lago precedentemente occupata dal sito di imbottigliamento concesso alla società Tavina, ora trasferito in località Cunettone. Spostamento dell’impianto non privo di criticità: la zona, infatti, è considerata di pregio sia paesaggistico che agricolo.

 

Restando in tema di difesa della biodiversità, martedì 13 Legambiente Lombardia promuove una manifestazione di supporto a Dashi Dritan, apicoltore amatoriale colpito dall’ordinanza del sindaco di Limone sul Garda sull’allontanamento di tutti gli imenotteri di almeno a 100 mt da strade, pubblici esercizi, esercizi commerciali, strutture ricettive, strutture pubbliche, abitazioni private, passeggiate e percorsi ciclo pedonali del territorio comunale. A seguito del ricorso al TAR da parte dell’apicultore, l’amministrazione ha ritirato la delibera in autotutela, ma a Dashi Dritan sono rimaste molte spese legali da saldare. I volontari dell’associazione ambientalista hanno raccolto 600 euro che consegneranno all’apicoltore proprio in occasione del passaggio della Goletta dei laghi sul Garda, a sostegno della sua attività.

Gli eventi della tappa gardesana si chiuderanno con la presentazione della Carta del Lago di Garda martedì 13 luglio dalle 17 alle 19 presso la Sala Consiliare del Comune di Peschiera del Garda in piazzale Cesare Betteloni 3 e in contemporanea online su piattaforma GoToWebinar. La Carta del Lago nasce dall’impegno volontario di stakeholder pubblici e privati con l’obiettivo di adottare una serie di misure volte a ridurre la presenza e gli impatti delle microplastiche nel lago di Garda. Il progetto LIFE Blue Lakes infatti affronta il problema delle microplastiche nei laghi attraverso un approccio integrato di governance, formazione, strumenti tecnologici e di monitoraggio, azioni di informazione e sensibilizzazione rivolte alle istituzioni, ai portatori di interesse e ai cittadini. In questo importante progetto europeo, il lago di Garda rappresenta uno dei cinque siti pilota. Per partecipare all’incontro in presenza è necessario iscriversi qui: https://bit.ly/3ydG7dk