Elezioni, Ugo Mattei: non ci saremo, non ci danno il tempo di raccogliere le firme.

232

dal Prof. Ugo Mattei riceviamo e pubblichiamo

NOI NON CI SAREMO, MA FACCIAMO APPELLO AI NOSTRI FRATELLI PER UN FRONTE
POPOLARE.

Amici che la storia ci ha reso fratelli, è giunto un momento, e non  sarà l’ultimo, che ci mette alla prova.

Il regime violento e fuorilegge, che occupa le massime istituzioni,  colpisce fingendo di arretrare.

Sciogliere le camere il 21 luglio, per imporre elezioni farsa a  Settembre, impedisce la partecipazione a chiunque non faccia parte della  loro cosca.

Nella competizione elettorale noi non ci saremo: come Comitato di  Liberazione Nazionale non ci siamo costituiti per competere con i nostri  fratelli, ma per unire il popolo, e scacciare il tiranno.

È giunto il momento, per chi crede nel diritto, nell’umanità, e perfino  nel miracoloso, di riconoscere lo spiraglio che si apre: Sara,  Francesco, Luca, Marco, Gianluigi, Pino, il Comitato di Liberazione  Nazionale non parteciperà alla corsa, perché intende organizzare libere
elezioni in un paese liberato; ma se dovete partecipare unitevi in un  fronte popolare, fate appello a quelle forze e a quei numeri che nel  profondo del paese esistono, e che possono essere risvegliate.

Occorre farlo in queste ore, in questo Ora , perché chiunque sia messo  in condizione di aiutare l’altro, perché tutti siano accolti.
Fatelo, e Il popolo riconoscerà in voi la saggezza contrapposta alla  violenza.

Fate il necessario perché accada il possibile, perché possiamo un  giorno raccontare ai nostri figli, ai nostri nipoti, ai nostri padri e i  nostri nonni, che il tiranno ci ha unito, e noi non ci siamo lasciati  dividere.

Solidarietà,

Ugo Mattei